Terza dose vaccino Pfizer, Ema: via a esame domanda

Terza dose vaccino Pfizer, Ema: via a esame domanda

Terza dose del vaccino Pfizer, l’Ema avvia l’iter. L’Agenzia europea del farmaco ha “iniziato a valutare una domanda per l’uso di una dose di richiamo di Comirnaty”, il vaccino anti-Covid di Pfizer/BioNTech, “da somministrare 6 mesi dopo la seconda dose a persone di età pari o superiore a 16 anni”. Lo comunica lo stesso ente regolatorio Ue, sottolineando che “separatamente” sta anche “valutando i dati della letteratura sull’uso di una terza dose aggiuntiva di un vaccino a mRna – Comirnaty o SpikeVax (il prodotto di Moderna, ndr) – in persone gravemente immunocompromesse”.  

“Le dosi di richiamo vengono somministrate alle persone vaccinate, cioè che hanno completato la vaccinazione primaria, per ripristinare la protezione dopo che è diminuita”, spiega l’Ema. Questo relativamente a un eventuale ‘booster’ generalizzato, mentre diversa è la situazione delle “persone con un sistema immunitario gravemente indebolito” e “che non raggiungono un livello adeguato di protezione dalla loro vaccinazione primaria standard”, le quali dunque “potrebbero aver bisogno di una dose aggiuntiva come parte della vaccinazione primaria”. 

Il Comitato per i medicinali per uso umano (Chmp) dell’Ema effettuerà “una valutazione accelerata – riporta l’agenzia – dei dati presentati dalla società che commercializza Comirnaty, compresi i risultati di uno studio clinico in corso, in cui circa 300 adulti con sistema immunitario sano hanno ricevuto una dose di richiamo circa 6 mesi dopo la seconda dose. Il Chmp raccomanderà se gli aggiornamenti alle informazioni sul prodotto sono appropriati”. 

“L’esito di tale valutazione è atteso entro le prossime settimane – prosegue l’ente regolatorio – a meno che non siano necessarie informazioni supplementari”. L’Ema assicura che “comunicherà l’esito di tali valutazioni a tempo debito”. 


Related Articles

Covid oggi Italia, “stop bollettino contagi ogni giorno”: la proposta

Stop al bollettino quotidiano sul covid in Italia, meglio aggiornamenti sui dati ogni 2-3 giorni. O in alternativa un bollettino

Igor il Russo, Cassazione conferma ergastolo per killer di Budrio

Diventa definitiva la condanna all’ergastolo per Norbert Feher, noto come Igor il Russo, per l’omicidio di Davide Fabbri, titolare di

Covid oggi Basilicata, 685 contagi e 2 morti: bollettino 10 febbraio

(Adnkronos) – Sono 685 i nuovi contagi da coronavirus oggi 10 febbraio in Basilicata, secondo i dati dell’ultimo bollettino covid-19.

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.