“Terzo Settore”: alcune risposte del Ministero del Lavoro a quesiti in materia di limiti retributivi e volontariato all’interno degli “ETS”

“Terzo Settore”: alcune risposte del Ministero del Lavoro a quesiti in materia di limiti retributivi e volontariato all’interno degli “ETS”

Con la Nota 27 febbraio 2020, pubblicata sul proprio sito istituzionale, il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali ha fornito chiarimenti in merito agli artt. 8, comma 3, lett. b), 16 e 17 del “Codice del Terzo Settore” (Dlgs. n. 117/2017).

L’art. 4, comma 1, del citato “Codice” contiene la definizione di “Ente del Terzo Settore” (“ETS”), i cui requisiti necessari sono la natura privatistica dell’Ente, l’elemento teleologico del perseguimento di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale, l’assenza dello scopo di lucro, lo svolgimento, in via esclusiva o principale, di una o più attività di interesse

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Trasferimenti erariali: ripartiti i contributi alle Regioni per fronteggiare le spese per l’assistenza dei bambini con disabilità

È stato pubblicato sulla G.U. n. 23 del 28 gennaio 2019 il Dpcm. 21 dicembre 2018, relativo al riparto del

“Furbetti del cartellino”: in G.U. il Dlgs. in materia di licenziamento disciplinare del pubblico dipendente

Tempi duri per i c.d. “furbetti del cartellino”, come ormai sono stati definiti dai mass media i dipendenti che “barano”

Mutui Cassa Depositi e Prestiti: sottoscrizione di un contratto a seguito del riconoscimento di un debito fuori bilancio

Nella Delibera n. 1 del 12 gennaio 2016 della Corte dei conti Puglia, viene richiesto un parere sulla possibilità di

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.