Tesoreria “unica” e “unica mista”: la disciplina concernente la gestione delle stesse da parte degli Enti Locali

Tesoreria “unica” e “unica mista”: la disciplina concernente la gestione delle stesse da parte degli Enti Locali

La disciplina concernente la gestione della Tesoreria degli Enti locali ha subìto diversi variazioni nel tempo: dal 2012 è stata ripristinata la “Tesoreria unica”, introdotta inizialmente nel 1984 e momentaneamente modificata dal 1997 al 2012 dalla c.d. “Tesoreria unica mista”. La “Tesoreria unica” presenta svantaggi per gli Enti rispetto all’applicazione delle normativa della “Tesoreria mista”, e la reintroduzione è da imputarsi principalmente alla necessità di ridurre l’emissione del debito pubblico statali e quindi ridurre gli oneri finanziari a carico dello Stato.

Il regime di “Tesoreria unica” è stato introdotto dall’art.

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Iva: ribadito dalla Cassazione il concetto di detraibilità “prospettica” nel caso di acquisto di beni funzionali all’attività d’impresa

Corte di Cassazione – Ordinanza 16 aprile 2021, n. 10173 È legittima la detrazione dell’Iva sull’acquisto di un immobile nell’ambito

Mutui Enti Locali: certificazione dei contributi per gli investimenti sui mutui 2020

È stato pubblicato sulla G.U. n. 72 del 24 marzo 2021 il Dm. 8 marzo 2021, denominato “Approvazione del Modello

Adesione Convenzioni Consip: l’eventuale risparmio economico non basta per legittimare l’acquisto in deroga

Nella Delibera n. 88 del 9 maggio 2017 della Corte dei conti Emilia Romagna, viene chiesto un parere avente ad