Tia: utenze domestiche e non domestiche

Tia: utenze domestiche e non domestiche

Nella Sentenza n. 4600 del 28 febbraio 2018 della Corte di Cassazione, una Società impugnava l’avviso di liquidazione emesso da altra Società, per conto di un Comune, afferente il pagamento della Tia per gli anni 2006 e 2007, sostenendo che l’Imposta non era dovuta in quanto la Delibera comunale che aveva previsto la ripartizione della tariffa tra utenze domestiche e non domestiche era illogica poiché adottata in violazione dell’art. 49 del Dlgs. n. 22/97 e degli artt. 2 e 3 del Dpr. n. 158/99. Più nel dettaglio, perché ha previsto l’addebito del 40% a carico delle utenze non domestiche di

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Nuova sanzione del Garante per telemarketing aggressivo, stavolta tocca a Fastweb

Il Garante per la protezione dei dati personali ha sanzionato per oltre 4 milioni e 500.000 Euro Fastweb S.p.A., per

Posizioni organizzative: la giurisdizione sul conferimento è del Giudice ordinario

Nella Sentenza n. 290 dell’11 febbraio 2016 del Tar Puglia, i Giudici affermano che il conferimento di posizioni organizzative al

Processo amministrativo telematico: ricorso duplicato informatico di altro ricorso

Nell’Ordinanza n. 615 del 12 settembre 2019 della Cga Sicilia, i Giudici chiariscono che deve essere accolta l’istanza di cancellazione