Tia: utenze domestiche e non domestiche

Tia: utenze domestiche e non domestiche

Nella Sentenza n. 4600 del 28 febbraio 2018 della Corte di Cassazione, una Società impugnava l’avviso di liquidazione emesso da altra Società, per conto di un Comune, afferente il pagamento della Tia per gli anni 2006 e 2007, sostenendo che l’Imposta non era dovuta in quanto la Delibera comunale che aveva previsto la ripartizione della tariffa tra utenze domestiche e non domestiche era illogica poiché adottata in violazione dell’art. 49 del Dlgs. n. 22/97 e degli artt. 2 e 3 del Dpr. n. 158/99. Più nel dettaglio, perché ha previsto l’addebito del 40% a carico delle utenze non domestiche di

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Sostituto d’imposta: chiarimenti sulla modalità di restituzione delle somme assoggettate a tassazione in anni precedenti

Con la Circolare n. 8 del 14 luglio 2021, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla modalità di

Trasferimenti erariali: pubblicate modalità e termini per il riparto dei contributi alle fusioni di Comuni e disposto il pagamento in acconto

Il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale, con il Comunicato 11 giugno 2014, pubblicato sul proprio sito internet,

Appalti: revocabile la sola aggiudicazione

Nella Sentenza n. 5026 del 29 novembre 2016 del Consiglio di Stato, i Giudici si esprimono sul corretto esercizio della