Trasferimenti Enti Locali: Cassa Depositi e Prestiti comunica il via all’anticipazione dei pagamenti della P.A. per il 2020

Trasferimenti Enti Locali: Cassa Depositi e Prestiti comunica il via all’anticipazione dei pagamenti della P.A. per il 2020

È disponibile dal 17 febbraio 2020 la nuova anticipazione di liquidità per il 2020 di Cassa Depositi e Prestiti Spa (Cdp).

Uno strumento che consentirà l’anticipazione dei pagamenti dovuti dalla Pubblica Amministrazione al 31 dicembre 2019. Cdp fornirà il proprio contributo per l’anticipazione dei pagamenti di debiti certi, liquidi ed esigibili relativi a somministrazioni, forniture, appalti e obbligazioni per prestazioni professionali, dovuti sia dalle Regioni e dalle Province autonome (e dai rispettivi Enti del Servizio sanitario nazionale), che da Comuni, Province e Città metropolitane.

Cassa Depositi e Prestiti accrediterà ai singoli Enti la liquidità in un’unica soluzione, entro 7 giorni lavorativi dalla data della richiesta di erogazione, con obbligo di pagare tempestivamente le Imprese creditrici entro 15 giorni (30 giorni per i debiti degli enti del Servizio sanitario nazionale) dal ricevimento delle somme. Il prodotto replica l’analoga iniziativa messa in campo nel 2019, che ha permesso a Cdp Spa di erogare oltre Euro 900 milioni in favore di circa 360 Enti per il saldo di circa 77.000 fatture.

Gli Enti interessati ad usufruire della nuova misura troveranno tutte le informazioni disponibili alla Pagina cdp.it/anticipazioniPA2020.


Related Articles

Ici: nuova Pronuncia della Cassazione sugli elementi che determinano la natura edificabile di un’area

Nella Sentenza n. 26462 dell’8 novembre 2017 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità chiariscono che la natura edificabile

Indagini diagnostiche sui solai degli edifici scolastici: scade il 18 novembre 2015 l’avviso pubblico per il finanziamento agli Enti Locali

Via alla richiesta di finanziamento di Euro 40.000.000 previsti per l’anno 2015, da utilizzare esclusivamente per le indagini diagnostiche dei

Servizio “Tesoreria”: in caso di fatture erroneamente emesse con Iva dalla Banca, l’Ente può farsi rimborsare dallo Stato?

Il testo del quesito: “Dopo una lunga battaglia, richiamando un recente Pronunciamento dell’Agenzia delle Entrate sulla non rilevanza Iva riguardo

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.