Trasferimenti erariali: erogati rimborsi legati all’Imu sui terreni agricoli e somme relative a “Fondo di solidarietà”

Trasferimenti erariali: erogati rimborsi legati all’Imu sui terreni agricoli e somme relative a “Fondo di solidarietà”

Con il Comunicato 13 luglio 2015 il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale, ha fornito importanti informazioni in materia di trasferimenti erariali.

Imu terreni agricoli

In data 8 luglio 2015, sono stati erogati i rimborsi per le maggiori riduzioni applicate a titolo di Imu dei terreni agricoli. Gli importi spettanti a ciascun Comune erano già stati resi noti dalla stessa Direzione centrale con il Comunicato 1° aprile 2015. I rimborsi si sono resi necessari a seguito della conversione in legge del Dl. 24 gennaio 2015, n. 4 che ha modificato i criteri di esenzione dal versamento dell’Imu sui terreni montani e parzialmente montani, prevedendo una nuova disciplina rispetto a quella introdotta con il Dm. 28 novembre 2014.

Fondo di solidarietà

Sono stati erogati, rispettivamente in data 9 e 10 luglio 2015, il saldo del “Fondo di solidarietà comunale 2013” e un ulteriore acconto di quello 2014.

Sale così a quota 99,30% la quota della spettanza annuale erogata ad oggi a tale titolo.

La Direzione centrale ha ricordato che i trasferimenti citati sono stati sospesi per i Comuni che non hanno trasmesso i Questionari Sose o la certificazione del saldo finanziario conseguito nel 2013.


Related Articles

Diritto di rogito: spettano a un Vice-Segretario di Fascia “B”?

Il testo del quesito: “Un Vice-Segretario appartenente alla Fascia ‘B’, dopo l’approvazione del Dl. n. 90/14, può ancora percepire legittimamente

Tributi: disposta la sospensione dei versamenti e degli adempimenti tributari per i contribuenti danneggiati dal crollo di “Ponte Morandi”

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha disposto la sospensione fino al 20 dicembre 2018 dei versamenti e degli adempimenti

Organo di revisione: regime delle incompatibilità ai sensi dell’art. 236 del Tuel

Nella Delibera n. 53 del 25 marzo 2015 della Corte dei conti Piemonte, un Sindaco chiede l’espressione di un parere