Trasferimenti erariali: la certificazione per chiedere il rimborso delle spese sostenute per le aspettative sindacali dei dipendenti

Trasferimenti erariali: la certificazione per chiedere il rimborso delle spese sostenute per le aspettative sindacali dei dipendenti

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 56 dell’8 marzo 2017 il Dm. Interno 22 febbraio 2017 con il quale è stato approvato il Modello di certificazione (distinto per tipo di Ente) con il quale le Province, i Comuni, le Comunità montane, nonché le ex Ipab (ora Asp), potranno certificare le spese sostenute per il personale cui è stata concessa, nel corso del 2016, l’aspettativa per motivi sindacali.

Secondo quanto specificato dall’art. 1 del citato Dm., quest’ultima espressione deve intendersi riferita all’istituto del “distacco sindacale”. Sono esclusi dalla possibilità di inviare tale Modello gli Enti Locali friulani, valdostani e quelli del Trentino Alto Adige.

Ai sensi dell’art. 2, comma 3, la certificazione potrà essere compilata unicamente in via telematica, attraverso l’apposito documento informatizzato messo a disposizione degli Enti sul sito web istituzionale della Direzione centrale della Finanza locale dal 3 aprile 2017 fino alle ore 14.00 del 5 giugno 2017 (termine perentorio per trasmettere la certificazione).

La documentazione dovrà essere sottoscritta, mediante apposizione di firma digitale, dal Segretario dell’Ente, dal Responsabile del Servizio “Finanziario” e da almeno 2 componenti dell’Organo di revisione contabile (salvo ovviamente i Comuni e le Asp che hanno un solo Revisore).

La rettifica di dati già trasmessi può essere effettuata attraverso un nuovo invio telematico della certificazione, purché venga comunque rispettato il termine perentorio del 5 giugno 2017.


Related Articles

Oneri di urbanizzazione e proventi da alienazione di immobili: possibilità di utilizzarli per finanziare spese correnti

Nella Delibera n. 81 del 23 marzo 2017 della Corte dei conti Lombardia, un Comune chiede un parere riguardante la

Imposta di soggiorno: raggiunta l’Intesa durante la Conferenza Stato-Città e autonomie locali sul nuovo Schema di Decreto

Durante la Conferenza Stato-Città e Autonomie locali del 13 aprile 2022, è stata raggiunta l’Intesa sullo Schema di Decreto del

Obbligo di motivazione dell’avviso di classamento

Nell’Ordinanza n. 19691 del 25 luglio 2018 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità chiariscono che, in tema di