Trasferimenti erariali: ripartiti tra le Province i contributi per finanziare i “Piani di sicurezza per la manutenzione di strade e scuole”

Trasferimenti erariali: ripartiti tra le Province i contributi per finanziare i “Piani di sicurezza per la manutenzione di strade e scuole”

Con Decreto 4 marzo 2019, pubblicato sul sito della Direzione centrale della Finanza locale, il Ministero dell’Interno, di concerto con il Mef e con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ha ripartito i contributi di cui all’art. 1, comma 889, della “Legge di bilancio 2019”, per il finanziamento di Piani di sicurezza a valenza pluriennale per la manutenzione di strade e di scuole.

I trasferimenti, che ammontano a 250 milioni di Euro annui per gli anni dal 2019 al 2033, sono destinati alle Province delle Regioni a Statuto ordinario affinché vi finanzino, appunto, i “Piani di sicurezza a valenza pluriennale per la manutenzione di strade e di scuole”.

Il 50% delle risorse è stato destinato alle Province che presentano una diminuzione della spesa per la manutenzione di strade e di scuole nell’anno 2017 rispetto alla spesa media con riferimento agli anni 2010, 2011 e 2012 e in proporzione a tale diminuzione. Il restante 50%, in proporzione all’incidenza determinata al 31 dicembre 2018 dalla Manovra di finanza pubblica di cui all’art. 1, comma 418, della Legge n. 190/2014 e dall’art. 47 del Dl. n. 66/2014, tenuto conto di quanto previsto dall’art. 1, commi 838 e 839, della Legge n. 205/2017, rispetto al gettito dell’anno 2017 dell’Imposta sull’assicurazione obbligatoria per la responsabilità civile dei veicoli, dell’Imposta provinciale di trascrizione, nonché del “Fondo sperimentale di riequilibrio”.

Le spese finanziate dalle risorse assegnate per ogni annualità devono essere liquidate o liquidabili per le finalità indicate, entro il 31 dicembre di ogni anno.

Clicca qui per consultare le somme attribuite ad ogni singolo Ente.


Related Articles

“Legge di bilancio 2018”: in G.U. il Decreto Mef sul riaccertamento straordinario dei Comuni

L’art. 1, comma 8, della Legge 27 dicembre 2017, n. 205, ha concesso la facoltà, agli Enti che in passato

Consultazione delle proprie e-fatture emesse e ricevute: dal 1° luglio 2019 è possibile aderire al Servizio dell’Agenzia delle Entrate

Con il Comunicato datato 1° luglio 2019, l’Agenzia delle Entrate ha ricordato che da tale data è online, sul Portale

Gestione beni sequestrati e confiscati alle mafie: il ruolo degli Enti Locali e dell’Agenzia nazionale per l’Amministrazione

Nella gestione dei beni sequestrati e confiscati alle mafie, in questi ultimi anni il Legislatore ha assegnato un ruolo determinante,

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.