Trasferimenti erariali: stanziati 4,2 milioni di Euro per l’operazione “Spiagge sicure”, 100 i Comuni interessati

Trasferimenti erariali: stanziati 4,2 milioni di Euro per l’operazione “Spiagge sicure”, 100 i Comuni interessati

Il Ministero dell’Interno ha pubblicato sul proprio sito istituzionale la Circolare 27 febbraio 2019, Prot. n. 13301/110(5), avente ad oggetto “Prevenzione e contrasto dell’abusivismo commerciale e della contraffazione. Spiagge sicure – Estate 2019. Finanziamento iniziative”.

In applicazione dei criteri fissati dal Decreto del Ministro dell’Interno adottato in data 18 dicembre 2018, il contributo sarà destinato ad un totale di 100 Enti Locali, selezionati per numero di presenze nelle strutture ricettive in base ai dati Istat relativi al 2017, che presentano le seguenti caratteristiche:

a) ubicazione del Centro urbano o di una o più Frazioni sulla costa;

b) non essere Capoluogo di Provincia;

c) popolazione non superiore a 50.000 abitanti alla data del 31 dicembre 2018;

d) non aver usufruito di contributi per iniziative analoghe promosse dal Ministero dell’Interno o per altre iniziative previste dal Decreto 18 dicembre 2018.

L’operazione conta su una dotazione complessiva di 4,2 milioni di Euro e il contributo assegnato ad ogni singolo Ente potrà essere destinato all’assunzione di personale della Polizia locale a tempo determinato, per coprire gli straordinari, per l’acquisto di mezzi e attrezzature e per la promozione di campagne informative volte ad accrescere fra i consumatori la consapevolezza dei danni derivanti dall’acquisto di prodotti contraffatti.

Gli Enti selezionati che intendono accedere al finanziamento devono presentare apposita domanda alla Prefettura territorialmente competente entro il prossimo 15 aprile 2019. La domanda deve essere corredata da una scheda progettuale riferita al periodo 15 giugno–15 settembre, ove sono illustrate le misure che si intendono adottare e specificati, nel dettaglio, i mezzi e il personale da impiegare, le aree del territorio interessate nonché i relativi costi.

La Prefettura, verificata l’ammissibilità dell’istanza e acquisito il parere del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica, potrà approvare il progetto, invitare il Comune proponente a produrre eventuali chiarimenti e/o documentazione integrativa o respingere l’istanza qualora rilevi la mancata rispondenza della scheda progettuale alle finalità individuate dal Decreto, dandone comunicazione al comune e informando il Gabinetto del Ministero dell’Interno e la Direzione centrale per i Servizi di Ragioneria e l’Ufficio per il coordinamento e la pianificazione delle Forze di Polizia.

L’istruttoria delle istanze presentate deve concludersi improrogabilmente entro il 15 maggio 2019.

La Prefettura e il Comune o i Comuni interessati, a garanzia degli impegni assunti, stipuleranno uno specifico Protocollo d’intesa che deve contemplare, tra l’altro, l’impegno del Comune a produrre specifici report quindicinali sull’attività svolta, a partire dal 1° luglio e, di seguito, il 16 luglio, il 1° e il 16 agosto, il 1° e il 16 settembre, nonché una relazione finale sugli esiti dell’iniziativa, corredata dal rendiconto economico-finanziario della gestione e dalla documentazione di spesa.

Potranno concorrere alla iniziativa anche i Comuni che, nell’ambito di “Spiagge sicure – Estate 2018”, abbiano ricevuto il contributo non quali diretti destinatari del finanziamento ma a titolo di compartecipazione ai Progetti presentati dai Comuni beneficiari.

di Ketty Riolo


Related Articles

Appalti: aggiornato il Manuale Anac sulla qualificazione per l’esecuzione di lavori pubblici di importo superiore a 150.000 Euro

Con il Comunicato del Presidente dell’Anac 9 marzo 2016 è stato integrato il “Manuale dell’Autorità sulla qualificazione per l’esecuzione di

“Patrimonio P.A.”: entro il 15 dicembre la rilevazione dei beni immobili pubblici relativi all’anno 2017

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del Tesoro, con l’Avviso 24 settembre 2018 ha comunicato l’avvio della rilevazione

Centrali uniche di committenza: pubblicato l’Elenco dei soggetti aggregatori

  L’Anac ha pubblicato il 23 luglio 2015 sul proprio sito l’Elenco dei soggetti aggregatori di cui all’art. 9, comma

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.