Trasformazione di un contratto di lavoro “part-time” in un rapporto a tempo pieno: le condizioni

Trasformazione di un contratto di lavoro “part-time” in un rapporto a tempo pieno: le condizioni

Nella Delibera n. 91 del 21 marzo 2018 della Corte dei conti Lombardia, un Sindaco chiede un parere in merito alla possibilità di utilizzare il risparmio di spesa derivante dal trasferimento per mobilità di dipendente inizialmente assunto a tempo pieno e successivamente trasformato in part-time, per coprire la spesa derivante dalla trasformazione a tempo pieno di n. 2 posti part-time. La Sezione rileva che la trasformazione di un contratto di lavoro part-time (ab initio) in un rapporto a tempo pieno costituisce nuova assunzione e soggiace alle limitazioni normative sulla capacità assunzionale. Fermo restando il principio di

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Ici: accertamento con adesione e impugnazione della rendita

Nella Sentenza n. 25550 del 3 dicembre 2014, della Corte di Cassazione, un contribuente ha ricevuto un avviso di accertamento

Violazione anonimato nei concorsi pubblici: l’annullamento scatta solo in presenza di palesi anomalie

Nella Sentenza n. 3413 del 13 marzo 2017 del Tar Lazio, i Giudici si esprimono sulle regole dell’anonimato nelle prove

“Patto di solidarietà nazionale verticale”: individuati gli spazi finanziari per gli Enti Locali che investono nell’edilizia scolastica

Con il Decreto Mef 26 aprile 2017, n. 77112, pubblicato il 27 aprile 2017 sul sito istituzionale della Ragioneria generale