Trattamento accessorio del personale: anche i nuovi Comuni istituiti a seguito di fusione sono soggetti ai vincoli fissati dal Dlgs. n. 75/17

Trattamento accessorio del personale: anche i nuovi Comuni istituiti a seguito di fusione sono soggetti ai vincoli fissati dal Dlgs. n. 75/17

Nella Delibera n. 76 del 28 luglio 2017 della Corte dei conti Marche, viene chiesto se un Comune di nuova istituzione soggiace ai vincoli di spesa ex art. 6, commi 7, 8, 9, 12, 13 e 14 del Dl. n. 78/10 e al limite di cui all’art. 1, comma 236, della Legge n. 208/15 e, in caso positivo, quali sono le modalità per determinare tale limite.

Premesso che, a decorrere dal 1° gennaio 2017, l’art. 1, comma 236, della Legge n. 208/15 è stato abrogato dall’art. 23, comma 2, del Dlgs. n. 75/17, la Sezione rileva che il nuovo Comune

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Mancata rivalutazione pensioni: al via dal 1° agosto 2015 il rimborso degli arretrati

A partire dal 1º agosto 2015, agli aventi diritto sarà corrisposto il rimborso relativo alla mancata rivalutazione delle pensioni disposta,

Errore materiale dell’offerta economica: può essere rettificato d’ufficio dall’Amministrazione qualora riconoscibile ex ante

Nella Sentenza n. 35 del 16 gennaio 2020 del Tar Toscana, una Società ha partecipato alla gara indetta da altra

Imu: “no” al riconoscimento di compensi incentivanti per il personale impiegato in Progetti di recupero dell’evasione ed elusione

Nella Delibera n. 72 del 29 marzo 2018 della Corte dei conti Sicilia, un Sindaco chiede se sia regolare e