Turn over: l’utilizzo dei residui del triennio precedente è possibile anche per gli Enti non soggetti al Patto

Turn over: l’utilizzo dei residui del triennio precedente è possibile anche per gli Enti non soggetti al Patto

Nella Delibera n. 15 del 13 gennaio 2016 della Corte dei conti Veneto, viene chiesto se un Ente non soggetto al Patto di stabilità (e, dunque ricadente nella disciplina dell’art. 1, comma 562, della Legge n. 296/06, quanto ai vincoli di spesa per il personale), possa procedere ad assunzione a tempo indeterminato mediante riallocazione del personale soprannumerario delle Province, utilizzando nell’anno 2015 un residuo di quota assunzionale di cui non si è avvalso nell’anno 2012, pari al 10% della spesa per una cessazione intervenuta nel corso dell’anno 2011.

La Sezione risponde positivamente al quesito. Posto che l’art. 1, comma 424,

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Concorso pubblico per conferimento di incarichi para-subordinati: la giurisdizione è del Giudice amministrativo

Nella Sentenza n. 7757 del 27 marzo 2017 della Corte di Cassazione, la questione controversa riguarda una procedura concorsuale volta

“Spending review”: determinato il riparto del contributo alla finanza pubblica dovuto in conseguenza dei risparmi legati alla “Legge Delrio”

In applicazione dell’art. 19 del Dl. n. 66/14 (c.d. “Decreto Irpef”), è stato determinato il riparto del contributi alla finanza

Personale P.A.: le novità inserite all’interno della nuova “Legge di bilancio 2020-2022”

La nuova “Legge di bilancio per il 2020” (Legge n. 160 del 27 dicembre 2019) ha introdotto alcune novità in