Turn over: per la Corte Marche i “resti” del triennio precedente devono essere utilizzati per assumere il personale delle Province

Turn over: per la Corte Marche i “resti” del triennio precedente devono essere utilizzati per assumere il personale delle Province

 

Nella Delibera n. 163 del 2 luglio 2015 della Corte dei conti Marche un Sindaco, dopo aver richiamato il contenuto dell’art. 1, comma 424, della Legge n. 190/14, chiede un parere in merito alla possibilità di utilizzare i risparmi derivanti dalle cessazioni di personale intervenute nel 2013 e non utilizzati nel 2014 per effettuare l’assunzione del vincitore di un concorso pubblico bandito nel 2014 e concluso nel 2015. La Sezione osserva che l’art. 4 del Dl. n. 78/15 ha recentemente modificato il testo dell’art. 3, comma 5, del Dl. n. 90/14, prevedendo che anche gli Enti sottoposti alle regole

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Divieto di compensazioni di crediti Iva in presenza di debiti scaduti: non si applica se questi riferiti all’Imu in quanto Imposta non erariale

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 385 del 22 settembre 2020, ha fornito chiarimenti in ordine

Lavoro flessibile: per l’Ente che nel 2009 non ha sostenuto spese il riferimento è al triennio 2007-2009

Nella Delibera n. 238 del 20 luglio 2015 della Corte dei conti Lombardia, un Sindaco ha chiesto un parere in

“Stabilizzazioni”: ammissibili anche per contratti a tempo determinato stipulati successivamente all’entrata in vigore del Dlgs. n. 75/2017

Nella Delibera n. 124 del 2 dicembre 2020 della Corte dei conti Umbria, viene chiesto di sapere se possa ritenersi