Unioni di Comuni e Comunità montane: emanato il Dm. relativo alla richiesta di contributo 2018 per i Servizi gestiti in forma associata

Unioni di Comuni e Comunità montane: emanato il Dm. relativo alla richiesta di contributo 2018 per i Servizi gestiti in forma associata

Il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale ha diffuso, in data 13 giugno 2018 sul proprio sito istituzionale, il Dm. Interno 31 maggio 2018, relativo al contributo spettante alle Unioni di Comuni e alle Comunità montane per i servizi gestiti in forma associata.

Il Modello per la richiesta dei contributi in questione, diffuso in allegato al Decreto, dovrà essere trasmesso entro le ore 24:00 del 1° ottobre 2018. La trasmissione potrà essere effettuata esclusivamente in modalità telematica, previa apposizione delle firme digitali del legale rappresentante e del Responsabile del Servizio finanziario, tramite il Sistema Certificazioni Enti Locali (“Area Certificati Tbel, altri certificati”), accessibile dal sito internet della stessa Direzione centrale.

Ove le risorse disponibili dovessero risultare inferiori rispetto ai contributi richiesti, questi ultimi saranno rideterminati secondo il criterio proporzionale.

I dati trasmessi possono essere corretti attraverso l’invio di una seconda dichiarazione sostitutiva di quella precedentemente trasmessa, a condizione che non si sfori comunque il termine ultimo che è stato fissato, come detto, al 1° ottobre 2018.

La presentazione della certificazione non è obbligatoria. Sono peraltro esclusi dalla procedura le Unioni e le Comunità montane delle Regioni Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto-Adige e quelle appartenenti alle Province autonome di Trento e Bolzano.


Related Articles

Autovelox: sanzioni valide solo se la postazione è segnalata massimo 4 chilometri prima da cartello o segnale luminoso

Nell’Ordinanza n. 26633 del 22 ottobre 2018 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità affermano che “la validità delle

Sostituto d’imposta: il concetto di “base fissa in Italia” ai fini della ritenuta del 30% sui compensi di lavoro autonomo a non residenti

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 285 del 20 maggio 2022, ha fornito chiarimenti in ordine

Processo tributario: notifica dell’appello all’unico difensore

Nella Sentenza n. 24801 del 21 novembre 2014 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità hanno ribadito che “è