Utilizzazione ai fini assunzionali dei “resti” dell’anno 2013: nessuna modifica introdotta in questo senso dalla “Legge di stabilità”

Utilizzazione ai fini assunzionali dei “resti” dell’anno 2013: nessuna modifica introdotta in questo senso dalla “Legge di stabilità”

Nella Delibera n. 64 del 15 giugno 2016 della Corte dei conti Umbria, un Comune chiede se nell’anno 2016 sia ancora possibile effettuare l’assunzione di un assistente sociale part-time utilizzando i resti assunzionali del triennio precedente, a seguito dell’entrata in vigore della Legge n. 208/15. La Sezione rileva che la Legge n. 208/15 ha introdotto una forte limitazione alla possibilità di turn-over ridefinendo la capacità assunzionale degli Enti Locali per gli anni 2016, 2017 e 2018 nella misura del 25% della spesa del personale cessato nell’anno precedente, ma nulla ha innovato in ordine alla perdurante possibilità per gli Enti Locali

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Personale P.A.: le istruzioni Inps in materia di pagamento dei Tfs e dei Tfr e prepensionamenti per soprannumero dei dipendenti pubblici

L’Inps – Direzione centrale Previdenza, ha pubblicato sul proprio sito istituzionale la Circolare n. 79 del 23 giugno 2014, relativa

“Fondo per la contrattazione integrativa”: resta fermo il divieto di incremento per Enti di Area vasta in caso di mancato rispetto del Patto

Nella Delibera n. 226 del 6 settembre 2016 della Corte dei conti Lombardia, il quesito formulato riguarda l’individuazione delle conseguenze

Condanna di un Dirigente comunale per aver omesso la riscossione del “contributo di costruzione” relativo ad una Residenza per anziani

Corte dei conti Sezione Terza Giurisdizionale Centrale d’Appello Sentenza n. 334 del 6 settembre 2018 Oggetto Condanna Dirigente “Attività produttive”