Vaticano, il fratello di Becciu alla Zambrano: “Porta la registrazione del Papa, ordine di A”

Vaticano, il fratello di Becciu alla Zambrano: “Porta la registrazione del Papa, ordine di A”

(Adnkronos) – “Porta la registrazione”, “ordine di A”. E’ quanto scrive in una chat Mario Becciu, fratello dell’ex sostituto della segreteria di Stato vaticana, a Maria Luisa Zambrano, l’amica di famiglia che, a quanto emerge da un’informativa della Guardia di Finanza di Oristano che l’Adnkronos ha potuto visionare, avrebbe registrato la telefonata con il Papa.  

La telefonata con Papa Francesco, che il cardinale Angelo Becciu avrebbe registrato all’insaputa del pontefice, risale al 24 luglio 2021. Cinque minuti e trentasette secondi di conversazione, avvenuti pochi giorni dopo le dimissioni di Bergoglio dall’ospedale dove aveva subito una complessa operazione, rintracciati dalla Gdf nell’ambito di un’inchiesta della procura di Sassari sulla Caritas di Ozieri, su due telefoni e un tablet appartenenti a una degli indagati, Maria Luisa Zambrano appunto, che, secondo i finanzieri, avrebbe svolto “un ruolo attivo nella realizzazione delle operazioni di registrazione”, e la cui voce si sente anche sulla traccia, pochi minuti prima dell’inizio della conversazione. 

Lo scambio di messaggi tra Mario Becciu e la Zambrano avviene il giorno dopo la telefonata, domenica 25 luglio, la mattina presto. Mario le dice che l’aspettano “a pranzo con Angelino”. Poi la raccomandazione di portare la registrazione, per ordine di “A”, presumibilmente Angelo Becciu. Una circostanza che potrebbe sembrare in contrasto con le voci trapelate sull’ira del cardinale per la registrazione della telefonata con il Papa e sulla sua richiesta che venisse distrutta. 

MAROGNA ALLA MADRE DI ZAMBRANO: “SIETE LA MIA FAMIGLIA” 

“E’ vero che l’hanno aperto? Mi chiede g…”, “riesci a rispondermi?”. A scrivere a Cecilia Marogna, ex collaboratrice del cardinale Angelo Becciu, è Giovanna Pani, madre di Maria Luisa Zambrano (la donna che avrebbe registrato la telefonata con il Papa), amica di famiglia dei Becciu, in una chat contenuta in un’informativa della Guardia di Finanza di Oristano che l’Adnkronos ha potuto visionare. E’ il 27 febbraio del 2021 e la domanda, come si desume dagli articoli allegati alla chat, riguarda il telefono cellulare sequestrato alla Marogna dalla procura di Milano e inviato alla magistratura d’Oltretevere. “Non so se lo hanno aperto ma per legge è reato già averlo mandato in V”, risponde Marogna, che aggiunge, tra l’altro: “prossima settimana i miei legali saranno in V per presentare conto loro misfatti” e “in più nessun processo..io non posso violare il patto atlantico.. e dal V.. Magistratura varia..Gov italiano (Conte e Giustizia) stanno per volare le teste”. 

“Per l’attacco rivolto a me , si sono incazzate molte entità”, sottolinea Marogna. E rassicura la Pani: “gab (il cardinale Becciu, secondo gli inquirenti) ne uscirà lindo con me”, “chi ha fatto sa che sta saltando e lui lo riporto dove è giusto che sia”. 

Poi lo sfogo: “troppo male.. mi hanno fatto dispetti privati anche giorni fa.. e sono stanca. .non guarda in faccia nessuno ..mi hanno toccato gli affetti e le mie persone care. siamo alla resa dei conti”. E ancora: “non è possibile per statuto che il segr. di stat abbia fratello magistrato…lui ha già le convulsioni”, “la faccio pagare a tutti”, “lacrime e sangue”. Quindi, la raccomandazione, “gab mantenere silenzio” perché “già accordato tutto” e “anche voi non avrete procedimento”: “vi farò riabilitare a breve anche la Cooperativa..e anche Mario”, “state tranquilli”, “Siete mia famiglia e il male fatto lo pagheranno per intero TUTTI QUANTI”. 

LA CHAT, FRASI CRIPTICHE E NOMI IN CODICE 

“Buongiorno carissima ho necessità di sentirti x dirti fra le varie cose di non fare nessuna comunicazione aNESSUNO. Dimmi a che ora ti posso chiamare”. E’ il 3 febbraio del 2021 e a scrivere a Cecilia Marogna, ex collaboratrice del cardinale Angelo Becciu, è Giovanna Pani, amica di famiglia dei Becciu e madre di Maria Luisa Zambrano (la donna che avrebbe registrato la telefonata con il Papa). E’ quanto emerge da una chat contenuta in un’informativa della Guardia di Finanza di Oristano che l’Adnkronos ha potuto visionare. Nella chat le due donne usano frasi criptiche e nomi in codice – come “Gab”, secondo gli inquirenti per indicare Giovanni Angelo Becciu, o anche “il Bianco” e “Leone” – e fanno frequentemente ricorso anche al dialetto sardo. 

Marogna e il cardinale Becciu sono entrambi imputati nel processo vaticano e la Pani sembra tenere i rapporti con l’imprenditrice sarda: “Devo dirti cose importanti, quando mi rispondi?”, insiste. “Se sei a Cagliari veniamo noi e parliamo”. La Marogna le risponde solo due giorni dopo: “Ciao..capiraiin questi giorni sono tutti controllati.anche voi.scrisi solo essenziale”, le scrive, aggiungendo “Combinano di ogni”, “anche i miei avvocati”, “assurdo”. La Pani, compreso che non si sarebbero riuscite a vedere di persona, si raccomanda: “molto bene “il sequestro“ ma sul resto taci perché tutto ok”.  

Marogna, dopo averla rassicurata con un “certo”, si lascia andare a uno sfogo, scritto a parole tutte attaccate. “Melhannofattabrutta”, si lamenta, ma rassicura la Pani: “Mastiamolavorandoanchegab”, riferendosi appunto a tale “Gab”, per gli inquirenti Giovanni Angelo Becciu, che torna spesso nella chat tra le due. E poi: “Tuttosilenzio”. Frase a cui la Pani replica con un categorico “ricorda silenzio”, “x proc… tutto ok però è importante”. E la Marogna: “Trannn” e “silavorasilen”. La Pani però insiste ancora “Niente intervista a nessuno”, “è chiaro?”. 

MAROGNA ALL’AMICA DI FAMIGLIA BECCIU: “MAI PENSATO IO E LUI AL CENTRO DI UNO TSUNAMI”
 

“A volte cara mia, mi pare inverosimile questa storia.. veramente..mai avrei pensato me..e pure lui.. il centro di una tempesta.. che si è rivelato uno tsunami”. Lo scrive Cecilia Marogna, ex collaboratrice del cardinale Angelo Becciu, a Giovanna Pani, amica di famiglia dei Becciu e madre di Maria Luisa Zambrano (la donna che avrebbe registrato la telefonata con il Papa) in una chat contenuta in un’informativa della Guardia di Finanza di Oristano che l’Adnkronos ha potuto visionare.  

“lui è buono e certa cattiveria e opportunismo non lo ha visto..”, dice ancora Marogna, che parla di “infedeli e traffichini..sempre per soldi e potere.. mah.. Dio concede ciò a chi merita e non a chi prevarica praticando e professando male”. “Mi hanno creduto una perpetua minkiona..pure sua figlia illegittima.. veramente fino all’assurdo..io che avrei dovuto tagliare testa a lui, berg, ratz, e pure karol dentro la tomba..oltre a generali vari.. roba da fantascienza!! ecchecacchio!!”. 

 


Related Articles

Covid oggi Vda, 540 contagi: bollettino 20 gennaio

Sono 540 i contagi da coronavirus in Valle d’Aosta oggi, 20 gennaio 2022, secondo numeri e dati covid del bollettino

Migranti, commissaria Ue: “Maggioranza richiedenti asilo arriva in aereo”

(Adnkronos) – “Il numero complessivo di arrivi irregolari nell’Ue è di circa 250mila quest’anno. Dico approssimativamente perché per alcuni confini

Covid oggi Calabria, 1.604 contagi e 9 morti: bollettino 30 dicembre

Sono 1.604 i nuovi contagi da coronavirus oggi 30 dicembre in Calabria, secondo i dati dell’ultimo bollettino covid-19. Si registrano

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.