Vendita di tabacchi: più semplice ottenere il patentino nei Comuni fino a 2.000 abitanti

Vendita di tabacchi: più semplice ottenere il patentino nei Comuni fino a 2.000 abitanti

Per consentire una migliore distribuzione della vendita di tabacchi lavorati nei Comuni di piccole dimensioni, sono stati ritoccati al ribasso i requisiti minimi previsti per l’istituzione dei “patentini” per la vendita dei tabacchi nei pubblici esercizi in quelli fino a 2000 abitanti.

A sancirlo è un Decreto legislativo emanato in applicazione della Legge-delega fiscale ed approvato nel corso del Consiglio dei Ministri del 10 novembre 2014.

Oltre alla citata misura, che riguarda in particolare bar, ristoranti e alberghi, il Decreto interviene sul regime di imposizione della c.d. “accisa minima” e rivede la tassazione da applicare a sigarette, tabacco trinciato, sigarette elettroniche e liquidi per queste ultime.

Il Dlgs. elimina infine l’imposta di consumo sui fiammiferi, con conseguente liberalizzazione della produzione e della vendita e specifica che i rivenditori che dispongono di un magazzino di fiammiferi sui quali hanno già corrisposto l’imposta di consumo, godranno di un corrispondente credito d’imposta.


Tags assigned to this article:
patentinotabacchi

Related Articles

Fondi Ue: aperto il bando per aiutare i migranti ad avviare un’attività autonoma

Titolo bando:Sostegno ai migranti imprenditori Tipo fondo: Fondi diretti Ue Beneficiari: soggetti dotati di personalità giuridica attivi nel sostegno all’integrazione

Trasferimenti: erogati i fondi del Ministero dell’Interno per interventi di messa in sicurezza del territorio ed efficientamento degli edifici pubblici

Con il Comunicato 13 maggio 2021 (https://dait.interno.gov.it/finanza-locale/notizie/comunicato-del-13-maggio-2021), il Viminale ha dato notizia che, con il Provvedimento 11 maggio 2021, che

Contratti di somministrazione: non vige il divieto di cui all’art. 1, comma 424, della Legge n. 190/14

Nella Delibera n. 179 del 1° luglio 2015 della Corte dei conti Campania, un Sindaco chiede se sia possibile procedere