Verde urbano: la superficie a disposizione degli abitanti del nord-est è doppia rispetto a quella di centro e isole

Verde urbano: la superficie a disposizione degli abitanti del nord-est è doppia rispetto a quella di centro e isole

Ogni cittadino italiano dispone mediamente di 31,1 metri quadrati di verde urbano. Le città in assoluto più ricche di spazi verdi sono quelle del Nord-est, dove ogni cittadino può contare su una media di 50,1 metri quadrati, vale a dire il doppio rispetto a Centro, Nord-ovest e Isole.

Migliore la situazione del Sud (42,5 metri quadri per abitante) dove la media è fortemente influenzata dalle elevate disponibilità di aree verde delle Città lucane.

E’ quanto emerge da un Rapporto elaborato dall’Istituto nazionale di statistica e diffuso il 24 maggio 2016 sul proprio sito istituzionale.

I dati rilevati dall’Istat, riferiti al 2014, evidenziano come ogni italiano disponga mediamente di 31,1 metri quadrati di verde urbano, superficie che nel 17,2% degli agglomerati urbani italiani arriva o supera quota 50 metri quadri. Di contro, nel 16,4% delle Città, non si raggiunge la soglia, prevista dalla norma, dei 9 metri quadrati pro capite.

Oltre ai classici spazi verdi, alle aree naturali protette e alle superfici destinate a uso agricolo, un interessante fenomeno che sta prendendo piede è quello degli orti urbani, attivati in 64 Amministrazioni nel 2014 (+4,9% rispetto all’anno antecedente).

Lo strumento di gestione del verde urbano più utilizzato dalle Amministrazioni è il censimento del verde (lo realizzano circa 3 Città su 4). In 25 Capoluoghi viene svolto un monitoraggio finalizzato alla messa in sicurezza delle alberature.


Related Articles

Contabilità economico-patrimoniale 2016: problematiche software e di riclassificazione

Il quesito: “L’Ufficio Ragioneria del ns. Ente non è in grado di produrre, per la prima volta, i prospetti relativi

Mancata stipula contratto: anche se non specificato nel bando, il concorrente può essere condannato a pagare cauzione

Nella Sentenza n. 3755 del 26 giugno 2016 del Consiglio di Stato, Sezione Terza, i Giudici rilevano che per la

Società pubbliche: il Mef rettifica gli Elenchi definitivi di quelle soggette allo “split payment”

Arriva, con il Comunicato pubblicato il 4 agosto 2017 sul sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze-Dipartimento delle Finanze, la