Verifica anomalia: arrotondamenti ammissibili solo se espressamente previsto nella lex specialis di gara

Verifica anomalia: arrotondamenti ammissibili solo se espressamente previsto nella lex specialis di gara

Nella Delibera n. 243 del 23 marzo 2021 dell’Anac, in relazione ad una procedura di gara aperta telematica ai sensi dell’art. 60 del Dlgs. n. 50/2016, per l’affidamento dell’intervento di costruzione di una nuova scuola dell’infanzia statale, viene chiesto all’Autorità un parere in ordine alla necessità di procedere ad un nuovo calcolo della soglia di anomalia contemplando un maggior numero di decimali considerando che il sistema di gestione delle gare telematiche utilizzato per la determinazione della soglia di anomalia e impostato con due decimali potrebbe aver operato arrotondamenti e/o troncamenti nel calcolo producendo un risultato non corretto. L’Anac chiarisce che la lex specialis di gara nella parte in cui indica che saranno prese in considerazione, nella formulazione dell’offerta economica, fino a due cifre decimali e che quindi tutti i valori offerti dovranno essere espressi con un massimo di due cifre decimali, non determina l’estensione di tale criterio anche al procedimento di determinazione della soglia di anomalia, salvo che non lo specifichi espressamente.

Pertanto, secondo l’Authority è possibile procedere ad effettuare troncamenti e/o arrotondamenti sulla determinazione delle medie e sul calcolo della soglia di anomalia soltanto nel caso in cui la lex specialis di gara contenga specifiche previsioni al riguardo, disponendo il numero di decimali che devono essere tenuti in considerazione e le modalità di arrotondamento. Nel caso di specie, dunque, la Stazione appaltante viene invitata ad agire in autotutela investendo la commissione di gara del compito di procedere al nuovo calcolo della soglia di anomalia e conseguente nuova aggiudicazione dell’appalto.


Related Articles

Crisi economica: secondo Ref Ricerche il crollo del Pil sarà meno drastico di quanto stimato da Bruxelles e si fermerà a – 9,2%

L’attività economica in molti Comparti si sta rapidamente normalizzando quindi il calo del Pil italiano per il 2020 potrebbe essere

Dichiarazione “Iva/2020”: approvato il Modello definitivo e le relative Istruzioni ministeriali

L’Agenzia delle Entrate, con il Provvedimento 15 gennaio 2020, ha approvato la versione definitiva del Modello “Iva/2020” e del Modello

Semplificazione amministrativa: adottati i Moduli unificati da utilizzare per le pratiche inerenti edilizia e attività commerciali

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 138 del 16 giugno 2018 l’Accordo siglato il 22 febbraio 2018, in sede di

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.