Verifica anomalia dell’offerta: serve ad accertare l’attendibilità e l’affidabilità dell’offerta e non ha carattere sanzionatorio

Verifica anomalia dell’offerta: serve ad accertare l’attendibilità e l’affidabilità dell’offerta e non ha carattere sanzionatorio

Nella Sentenza n. 2106 del 6 ottobre 2015 del Tar Lombardia, i Giudici statuiscono che il procedimento di verifica dell’anomalia dell’offerta non ha carattere sanzionatorio e non ha per oggetto la ricerca di specifiche e singole inesattezze dell’offerta economica, mirando piuttosto ad accertare in concreto che l’offerta, nel suo complesso, sia attendibile ed affidabile in relazione alla corretta esecuzione dell’appalto. Quindi, questo procedimento è improntato alla massima collaborazione tra Amministrazione appaltante e offerente, e si pone quale mezzo indispensabile per l’effettiva instaurazione del contraddittorio ed il concreto apprezzamento dell’adeguatezza dell’offerta. Dunque, la legittimità del procedimento di verifica postula, l’effettività del

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Incolumità pubblica: prorogata l’Ordinanza del Ministero della Salute per la prevenzione dell’aggressione dei cani

Il Ministero della Salute ha prorogato, con Ordinanza 3 agosto 2015, pubblicata sulla G.U. n. 209 del 9 settembre 201,

Incentivi per funzioni tecniche: erogabili al Segretario che svolge le funzioni di Rup solo se non equiparato al Dirigente

Nella Delibera n. 131 del 6 dicembre 2018 della Corte dei conti Liguria, un Comune chiede un parere in merito

Assemblea di Ambito territoriale ottimale: si applica l’ordinaria disciplina per vincoli assunzionali e limiti di spesa

Nella Delibera n. 18 del 1° febbraio 2016 della Corte dei conti Marche, la richiesta di parere attiene a plurime