Viabilità urbana: firmato l’Accordo-quadro tra Anci e il Ministero dell’Interno

Viabilità urbana: firmato l’Accordo-quadro tra Anci e il Ministero dell’Interno

È notizia di venerdì 10 gennaio 2020 la firma dell’Accordo-quadro tra il Ministro dell’Interno, Lamorgese, e il Presidente dell’Anci, Decaro, avente ad oggetto l’introduzione di misure di sicurezza sulla viabilità urbana. L’Accordo è stato pubblicato sul sito web del Ministero dell’Interno.

L’Accordo ha ad oggetto quello di rendere più efficiente il Sistema di controllo e vigilanza sulla viabilità urbana, assicurando il più efficace coordinamento tra i diversi soggetti a vario titolo coinvolti come i Prefetti e i Sindaci, in sede di Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica.

L’attuazione dell’Accordo, stando alle parole del Ministro, valorizzerà il ruolo e le funzioni della Polizia locale e consentirà di liberare risorse delle Forze di Polizia da destinare al controllo del territorio, con evidente impatto in termini di maggiore presenza di personale ed anche di rafforzamento della percezione di sicurezza da parte dei cittadini. Il Documento prevede che, oltre a garantire un più efficace controllo del territorio e di rafforzare l’azione di prevenzione e repressione dei reati, la Polizia municipale delle Città Metropolitane, dei capoluoghi di Regione e dei capoluoghi di Provincia, sarà chiamata a svolgere un ruolo di prima linea nell’espletamento dei servizi di polizia stradale, compresa la rilevazione degli incidenti stradali, nell’intero arco delle 24 ore.

Per gli Enti Locali che, al momento, non dispongono di adeguate risorse finanziarie, strumentali o umane, il nuovo ruolo delle forze di Polizia Municipale verrà progressivamente assicurato, a partire dai Comuni con popolazione superiore ai 100.000 abitanti, per poi essere estesa gradualmente ai rimanenti Comuni.

Le principali Città metropolitane e Capoluoghi di Provincia che verranno coinvolti nel Progetto su 4 turni sono: Alessandria, Ancona, Arezzo, Asti, Bari, Barletta, Bergamo, Bologna, Brescia, Cagliari, Catania, Catanzaro, Cremona, Ferrara, Firenze, Foggia, Forlì, Genova, Lecce, Livorno, Messina, Milano, Modena, Monza, Napoli, Novara, Padova, Palermo, Parma, Perugia, Pisa, Pistoia, Prato, Ragusa, Ravenna, Reggio Calabria, Reggio Emilia, Rimini, Roma, Salerno, Savona, Terni, Torino, Treviso, Udine, Varese, Venezia, Verona.


Related Articles

Associazioni sportive dilettantistiche: la violazione di norme civilistiche e fiscali causa la perdita del regime agevolativo

Nella Sentenza n. 140 del 6 giugno 2015 della Ctp Cremona, l’Amministrazione finanziaria disconosce, a seguito di una serie di

“Servizi Finanziari”: condanna per aver avvantaggiato una Società per i servizi del “Mattatoio comunale”

di Antonio Tirelli Corte dei conti, Sezione Terza giurisdizionale centrale d’Appello, Sentenza n. 25 del 18 gennaio 2022 Oggetto: Condanna

Ici/Imu: è soggetto passivo il Concessionario titolare del diritto di superficie

Nella Sentenza n. 1694 del 24 gennaio 2018 della Corte di Cassazione, la Suprema Corte ha statuito che il Concessionario

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.