Accertamento: residenza e agevolazioni prima casa

Accertamento: residenza e agevolazioni prima casa

Nell’Ordinanza n. 110 dell’8 gennaio 2015 della Corte di Cassazione, i Giudici hanno affermato che, “quanto alla determinazione della residenza, la prevalenza del dato anagrafico sulle risultanze fattuali deve tener conto della unicità del procedimento amministrativo inteso al mutamento dell’iscrizione anagrafica, sancito anche dall’art. 18, comma 2, del Dpr. n. 223/89, che, nell’affermare la necessità della saldatura temporale tra cancellazione dall’Anagrafe del Comune di precedente iscrizione ed iscrizione in quella del Comune di nuova residenza, stabilisce che la decorrenza è quella della dichiarazione di trasferimento resa dall’interessato nel Comune di nuova residenza; di guisa che il beneficio fiscale della prima

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Tags assigned to this article:
Agevolazionicasaresidenza

Related Articles

Esenzione Ici: non si applica se le attività di natura istituzionale non sono riconducibili all’Ente pubblico che lo ha dato in concessione

Nella Sentenza n. 16797 del 7 luglio 2017 della Corte di Cassazione, la questione controversa in esame ha ad oggetto

Costi medi della manodopera inferiori alla Tabelle ministeriali: non comportano l’automatica esclusione dalla gara

Nella Delibera n. 504 del 5 giugno 2019 dell’Anac, la questione controversa ha ad oggetto l’esclusione illegittima di una Società

Riscossione: notifica per “decorrenza termini”

Nell’Ordinanza n. 20605 del 29 settembre 2020 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità chiariscono che il termine di