Acquisti P.A.: dal 9 agosto 2016 l’obbligo per gli Enti Locali di fare ricorso ai soggetti aggregatori per 5 categorie merceologiche

Acquisti P.A.: dal 9 agosto 2016 l’obbligo per gli Enti Locali di fare ricorso ai soggetti aggregatori per 5 categorie merceologiche

Per Comuni e Città metropolitane scatta, dal 9 agosto 2016, l’obbligo di fare ricorso ai soggetti aggregatori per gli acquisti riconducibili alle seguenti 5 categorie merceologiche: vigilanza armata, guardiania, pulizia immobili, manutenzione immobili e impianti, facility management immobili.

A dare il via ufficiale ai prezzi di riferimento (c.d. “prezzi benchmark”) è il Decreto Mef 21 giugno 2016, pubblicato sulla G.U. n. 173 del 26 luglio 2016.

Il Dm. è stato emanato in applicazione dell’art. 1, comma 507, della Legge n. 208/15 (“Legge di stabilità 2016”) che stabiliva che il Mef, sentita l’Anac, avrebbe dovuto definire le caratteristiche essenziali delle prestazioni principali che sarebbero state oggetto delle Convenzioni stipulate da Consip Spa, tenendo conto degli aspetti maggiormente incidenti sul prezzo della prestazione nonché degli aspetti qualificanti ai fini del soddisfacimento della domanda pubblica. Lo stesso comma ha inoltre previsto che, conseguentemente all’attivazione di tali convenzioni, sarebbero stati pubblicati nel sito istituzionale del Mef e nel Portale degli “acquisti in rete”, i valori delle caratteristiche essenziali e i relativi prezzi che costituiscono i parametri “prezzo-qualità”.

Il Decreto, con le caratteristiche delle prestazioni elencate nelle Tabelle che costituiscono l’Allegato 1, costituisce un importante passo avanti sulla strada della “spending review”.

Con l’adesione degli Enti Locali al Sistema dei soggetti aggregatori, si completa quindi il nuovo modello di acquisto aggregato della P.A. per le 19 categorie merceologiche del Dpcm. 24 dicembre 2015.

Riportiamo qui di seguito il quadro delle categorie merceologiche oggetto del Decreto, per le quali scatta l’obbligo a partire dal prossimo 9 agosto 2016.

 

 

Categoria merceologica

Soglia oltre la quale il ricorso ai Soggetti Aggregatori è obbligatorio Descrizione
Vigilanza Armata € 40.000 Ricomprende il servizio di vigilanza rivolto alle Amministrazioni (Uffici, Enti Ssn., ..)
Guardiania € 40.000 Ricomprende il servizio di vigilanza non armata e/o portierato
Pulizia Immobili € 209.000 (*) Ricomprende il servizio di pulizia rivolto alle caserme, scuole, centri di formazione, uffici,…
Manutenzione Immobili e Impianti € 209.000 (*) Ricomprende il servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici, impianti tecnologici, impianti elettrici, impianti elevatori …
Facility Management Immobili € 209.000 (*) Tale categoria ricomprende un mix dei servizi precedentemente elencati e altri servizi aggiuntivi

 

(*) Soglia di rilevanza comunitaria per i contratti pubblici di forniture e di servizi aggiudicati dalle amministrazioni diverse dalle autorità governative centrali.


Related Articles

Fatture elettroniche: il luogo di “conservazione” può differire da quello di tenuta della contabilità Iva e dei registri fiscali

Con la Risoluzione n. 81/E del 25 settembre 2015, l’Agenzia delle Entrate ha risposto ad un interpello inerente la comunicazione

Compensi Avvocatura interna: corretta imputazione contabile della spesa dovuta a titolo di Irap che grava sull’Amministrazione

  Nella Delibera n. 23 del 29 febbraio 2016 della Corte dei conti Umbria, il quesito riguarda i compensi professionali

Procedure di appalto delle Società “in house”: giurisdizione amministrativa

Nella Sentenza n. 1186 del 4 novembre 2019 del Tar Veneto, i Giudici chiariscono che le controversie attinenti le procedure