Addizionale comunale Irpef: facoltativa la tenuta del conto corrente postale dedicato

Addizionale comunale Irpef: facoltativa la tenuta del conto corrente postale dedicato

Con il Comunicato 6 novembre 2014 il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale, ha fornito dei chiarimenti in materia di addizionale comunale Irpef.

Il pronunciamento ricostruisce il quadro normativo partendo dall’art. 11 del Decreto Mef 5 ottobre 2007 il quale prevede che le somme spettanti ai Comuni a titolo di addizionale comunale Irpef siano accreditate su appositi conti correnti postali dedicati – attivati dagli stessi Enti – e il cui elenco è tenuto ed aggiornato telematicamente dal Dipartimento degli Affari interni e territoriali del Viminale e visualizzabile anche sul sito del Dipartimento delle Politiche fiscali del Mef.

Si evidenzia poi che il combinato disposto del Dl. n. 1/12, convertito dalla Legge n. 27/12, e della Circolare Mef n. 11/12 ha chiarito che le entrate spettanti ai Comuni soggetti al regime di Tesoreria unica, di cui alla Legge n. 720/84, riscosse tramite Modello “F24”, tra cui rientra anche l’addizionale comune Irpef, sono accreditate sulle contabilità speciali intestate ai singoli Enti.

Pertanto, è opinione di questa Direzione centrale – si legge in chiusura – che la modifica normativa richiamata renda facoltativa, da parte di ogni singolo comune, ove ricorrano i presupposti, la tenuta del richiamato conto corrente postale dedicato, senza obbligo di comunicazione al Ministero dell’Interno dell’eventuale sua chiusura”.


Tags assigned to this article:
addizionaleconto correnteFinanza localeIrpef

Related Articles

Ici: la requisizione di un terreno da parte del Comune non esonera il proprietario dal pagamento

Nella Sentenza n. 21158 del 19 ottobre 2016 della Corte di Cassazione, la questione controversa in esame inizia con un

Compensi per accertamenti Imu-Tari: riconoscibili anche alle “p.o.”

Con un recente Parere (Orientamento applicativo CFL_65), l’Aran si è espressa in senso favorevole circa la riconoscibilità dei compensi previsti

“Processo tributario telematico”: disponibili nuove funzionalità per gli utenti

Sul sito web del Portale “Giustizia Tributaria” è stato pubblicato il Comunicato 21 gennaio 2020, che informa dell’avvenuta implementazione di