Affidamento delle attività incentivate ad Uffici interni di un Comune: il punto della Corte Basilicata

Affidamento delle attività incentivate ad Uffici interni di un Comune: il punto della Corte Basilicata

Nella Delibera n. 22 del 20 aprile 2017 della Corte dei conti Basilicata, viene chiesto un parere riguardante l’affidamento agli Uffici interni di un Comune delle attività incentivate a norma dell’art. 93, del Dlgs. n. 163/06, ed in particolare sui seguenti aspetti:

  1. se la disciplina regolante l’incentivo è quella vigente al momento in cui l’opera è stata inserita nei documenti di programmazione, indipendentemente dal momento in cui le prestazioni incentivate vengono in concreto poste in essere;
  2. se, in subordine, in caso di opere già approvate e in corso di realizzazione, debbano continuare ad essere applicate le disposizioni normative vigenti al
Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Mobilità personale P.A.: verso il ricollocamento a “Via Arenula” di 2.000 dipendenti degli Enti di area vasta

  E’ stata pubblicata sulla G.U. n. 192 del 20 agosto 2015 (S.O n. 50) la Legge 6 agosto 2015,

“Rimborso delle spese di viaggio” erogabile al Segretario comunale “reggente” per raggiungere il Palazzo municipale

Nella Delibera n. 294 del 25 ottobre 2017 della Corte dei conti Lombardia, un Sindaco chiede se spetti il “rimborso

Iva: i lavori per la realizzazione del pavimento in “colato” in un parco giochi scontano l’aliquota agevolata del 4% ?

Il testo del quesito: “Il Comune deve costruire in un parco pubblico un’area gioco inclusiva, cioè accessibile anche ai bambini