Anci: il Progetto “Semplifisco” per l’accertamento erariale

Anci: il Progetto “Semplifisco” per l’accertamento erariale

La progressiva diminuzione dei trasferimenti, da un lato, e l’entrata a regime della contabilità armonizzata, dall’altra, hanno condotto i Comuni a prestare una maggiore attenzione alla riscossione delle entrate proprie, suscitando l’interesse verso le opportunità rappresentate dalla partecipazione dei Comuni all’accertamento erariale.

Per quel che attiene i tributi erariali (diretti e indiretti), la legislazione vigente garantisce ai Comuni, quali soggetti partecipanti all’attività di accertamento, un incentivo del 100% delle maggiori somme riscosse (per il triennio 2015-2017).

Il Progetto “SemplifiSco”, gestito da Anci ed Ifel in attuazione di una Convenzione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Iva: approvate le nuove istruzioni al Modello “AA7/10” di comunicazione variazione dati, con nessuna novità sostanziale per gli Enti Locali

  L’Agenzia delle Entrate, con il Provvedimento Prot. 75295/2015 del 3 giugno 2015, ha approvato il Modello “AA9/12” (da utilizzare

Iva: sui Servizi educativi e socio-sanitari-assistenziali appaltati a Cooperative non sociali ma Onlus qual è il regime dal 1° gennaio 2014?

Il testo del quesito: “Dopo la ‘Legge di stabilità 2014’ (Legge n. 147/13), che è reintervenuta sul regime fiscale da

“Reverse charge”: riguarda solamente le Imprese che svolgono l’attività in modo indipendente e non le Ati

Nella Sentenza n. 30354 del 23 novembre 2018 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità chiariscono che, in materia