Appalti: non può essere sostituita l’ausiliaria carente dei requisiti generali

Appalti: non può essere sostituita l’ausiliaria carente dei requisiti generali

Qualora in sede di verifica sul possesso dei requisiti emerga un riscontro negativo a carico dell’Impresa ausiliaria (nel caso, era emersa la mancata correttezza fiscale), anche successivamente all’aggiudicazione definitiva, l’Ente è tenuto a procedere alla revoca dell’aggiudicazione stessa.

È questo il principio stabilito da Tar Lombardia Milano, Sezione III, 6 febbraio 2015, n. 413, che ha altresì ribadito che, affinché l’accertamento dell’irregolarità fiscale possa dirsi non definitivo (come imposto dall’art. 38, comma 1, lett. g), Dlgs. n. 163/06), occorre che l’eventuale istanza di rateizzazione del debito non debba solo essere stata presentata, ma espressamente accettata dall’ufficio esattore.

La circostanza che

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Tags assigned to this article:
appaltiimpresa ausiliariarequisititar

Related Articles

Enti dissestati: gestione risorse vincolate

Nella Delibera n. 101 del 14 novembre 2019 della Corte dei conti Lazio, viene chiesto un parere sulla gestione delle

Appalto riservato a Cooperative sociali di tipo “B”: l’avvalimento può essere utilizzato ma solo tra Cooperative

Il Parere n. 218 del 10 dicembre 2015 ha ad oggetto un’istanza di parere relativa ad una procedura aperta per

“Covid-19”: gli aiuti agli Enti Locali in epoca di pandemia

Anche se è un fronte meno noto, la crisi provocata dalla pandemia ha colpito duramente anche gli Enti Locali che