Appalti: non sono autonomamente lesivi, ai fini della proposizione del ricorso, i chiarimenti resi dall’Ente

Appalti: non sono autonomamente lesivi, ai fini della proposizione del ricorso, i chiarimenti resi dall’Ente

Ribadendo un orientamento giurisprudenziale ormai consolidato, il Tar Piemonte, Sezione I, 6 febbraio 2015, n. 251 ritiene inammissibile un ricorso rivolto soltanto avverso un chiarimento reso dalla stazione appaltante, e non avverso la norma speciale di gara oggetto del chiarimento.

Tuttavia, i chiarimenti sono privi, per loro stessa natura, di effetti lesivi, essendo mere esplicazioni di quanto già disposto (anche in maniera non chiara, da cui l’esigenza della successiva esplicazione) nella legge di gara. I chiarimenti resi in gara, quindi, non hanno autonoma valenza lesiva.

L’eventuale accoglimento nel merito del ricorso, quindi, lascerebbe in vita l’originaria legge di gara, vera “fonte” delle illegittimità contestate nel ricorso.


Tags assigned to this article:
appaltichiarimentoricorso

Related Articles

Diritto di proprietà: la giurisdizione sulle controversie tra privati e P.A. relative alla sua esistenza o estensione è del Giudice ordinario

Nella Sentenza n. 2950 del 16 febbraio 2016 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità affermano che appartiene al

Sicurezza stradale: legittimo impedire l’installazione di cartelloni pubblicitari che siano visibili anche da strade extraurbane

Nella Sentenza n. 4091 del 28 agosto 2017 del Consiglio di Stato, una Società (operatrice economica del settore dell’installazione di

“Start City”: al via il progetto Anci/Teh Ambrosetti a sostegno delle aree strategiche del Paese

Con una Nota 28 aprile 2015, l’Anci ha annunciato l’avvio del progetto “Start City’’, lanciato dal Coordinamento Anci dei Sindaci