Appalti pubblici: requisito della regolarità contributiva anche per i Professionisti  

Appalti pubblici: requisito della regolarità contributiva anche per i Professionisti   

Il Tar Calabria, con la Sentenza n. 1782 del 8 novembre 2014, statuisce che tutti i soggetti che concorrono a pubblici appalti devono essere in possesso dei requisiti di ordine generale richiesti dall’art. 38 del Dlgs. n. 163/06, e ciò in omaggio ad elementari ragioni di trasparenza ed all’esigenza di assicurare la tutela effettiva degli interessi sottesi alle cause di esclusione delineati dall’art. 38. Il Professionista che partecipi in associazione con altri Professionisti ad una gara per l’affidamento di una progettazione urbanistica è, ai fini del “Codice dei contratti pubblici”, un operatore economico, ai sensi dell’art. 3, comma 22, del Dlgs. n.163/06, che deve essere in possesso dei requisiti previsti dall’art.38 citato e dichiararli assumendosi la relativa responsabilità.


Tags assigned to this article:
appaltoprofessionisti

Related Articles

Responsabilità amministrativa: condanna di un Responsabile di una Fondazione per negligenza relativa all’erogazione di assegni familiari

Corte dei conti – Sezione giurisdizionale per la Regione Sicilia, Sentenza n. 158 del 15 aprile 2014 Oggetto Condanna del

“Riforma Madia”: la posizione Anci sui Dlgs. in materia di Società partecipate

Un giudizio nel complesso positivo cui però hanno fatto da contraltare alcune proposte emendative. Questa l’estrema sintesi dell’intervento di Enzo

“Servizi Demografici”: diffusi i Modelli dei Certificati di stato civile albanesi

Il Ministero dell’Interno – Direzione centrale per i Servizi Demografici, con la Circolare n. 17/2015, pubblicata il 10 novembre 2015,