Appalto integrato: il progettista indicato non può ricorrere all’avvalimento

Appalto integrato: il progettista indicato non può ricorrere all’avvalimento

L’appalto integrato è una forma particolare, appositamente regolamentata dal Dlgs. n. 163/06 (cfr. art. 53), di appalto misto: vengono in rilievo infatti lavori pubblici (costruzione) e servizi (progettazione).

La partecipazione alla gara è quindi consentita ad Imprese, qualificate per i lavori che devono associare in Ati o quantomeno indicare un soggetto qualificato come progettista, che deve a sua volta possedere i requisiti speciali richiesti di volta in volta dal bando di gara.

La questione che si pone è se tale progettista possa ricorrere all’istituto dell’avvalimento per colmare eventuali lacune dei propri requisiti speciali.

Il Tar Sicilia Palermo, Sezione II, afferma

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Durc: la valutazione della gravità delle infrazioni spetta all’Istituto previdenziale

Nella Sentenza n. 800 dell’8 giugno 2016 del Tar Lombardia, i Giudici si esprimono sulla verifica della regolarità contributiva delle

Comunicazione avvenuta aggiudicazione: non è necessario allegare i verbali di gara

Nella Sentenza n. 6251 del 20 settembre 2019 del Consiglio di Stato, i Giudici rilevano che, ai sensi dell’art. 120

Computo metrico non estimativo: può essere un elemento essenziale dell’offerta tecnica

Nella Sentenza n. 741 del 25 maggio 2020 del Tar Bari, i Giudici affermano che, laddove il computo metrico non