Armonizzazione sistemi contabili Enti Locali: il punto della Commissione Arconet sugli adempimenti 2016

Armonizzazione sistemi contabili Enti Locali: il punto della Commissione Arconet sugli adempimenti 2016

Con un Documento pubblicato nei giorni scorsi sul Portale istituzionale della Ragioneria generale dello Stato, la Commissione Arconet ha riepilogato gli adempimenti con i quali gli Enti Locali dovranno  misurarsi nel 2016, in relazione all’entrata a regime della riforma della contabilità introdotta dal Dlgs. n. 118/11.

Quelli presi in esame sono, in particolare, quegli adempimenti per i quali è stato concesso agli Enti Locali la facoltà di avvalersi di un anno di tempo aggiuntivo rispetto al 1º gennaio 2015, momento dell’avvio ufficiale della riforma della contabilità:

  • adozione degli schemi di bilancio e di rendiconto per missioni e programmi di cui agli allegati n. 9 e 10 al Dlgs. n. 118/11, che assumono valore a tutti gli effetti giuridici con riferimento all’esercizio 2016 e successivi. Il bilancio di previsione 2016 è pertanto predisposto ed approvato nel rispetto dello schema di bilancio armonizzato;
  • applicazione completa della codifica della transazione elementare ad ogni atto gestionale. In particolare, si segnala: l’articolo 5, comma 3-bis, del Dlgs. n. 118/11, per il quale “Negli ordinativi di incasso e di pagamento la codifica della transazione elementare è inserita nei campi liberi a disposizione dell’ente, non gestiti dal tesoriere”;
  • la disciplina dei titoli di incasso e di pagamento, per la quale gli ordinativi devono riportare l’indicazione dei codici dei nuovi schemi di bilancio (titoli e tipologie per le entrate, missioni, programmi e titoli per le spese). I titoli di incasso e di pagamento emessi nel 2016 che non riportano la nuova codifica di bilancio non potranno essere accettati dal tesoriere. adozione del piano dei conti integrato di cui all’art. 4 e Allegato n. 6 del Dlgs. n. 118/11;
  • adozione dei principi contabili applicati della contabilità economico patrimoniale e del bilancio consolidato, al fine di consentire l’affiancamento della contabilità economico patrimoniale alla contabilità finanziaria, garantendo la rilevazione unitaria dei fatti gestionali, necessaria per l’elaborazione del rendiconto 2016, completo del conto economico e dello stato patrimoniale previsti dall’Allegato n. 10 al Dlgs. n. 118/11;
  • l’elaborazione del bilancio consolidato dell’esercizio 2016.

Related Articles

Mansioni superiori: attribuzione anche senza il consenso del lavoratore

L’Aran, nell’Orientamento applicativo Ral_1945, pubblicato il 26 settembre 2017, ha chiarito che l’assegnazione di mansioni superiori nel rapporto di lavoro

Armonizzazione: dal 1º gennaio il Tesoriere è tenuto ad una gestione unitaria delle risorse vincolate

Con la Domanda n. 69 del 8 ottobre 2014, aggiunta alla Sezione Faq del portale Arconet, il Ministero dell’Economia e

Istituzione di una nuova sede farmaceutica: Palazzo Spada chiarisce i confini delle competenze comunali e regionali

Nella Sentenza n. 4138 del 6 luglio 2018 del Consiglio di Stato, i Giudici si esprimono sui criteri per l’istituzione