“Art Bonus”: credito d’imposta riconosciuto per erogazioni liberali a sostegno di Fondazioni istituite da Enti pubblici

“Art Bonus”: credito d’imposta riconosciuto per erogazioni liberali a sostegno di Fondazioni istituite da Enti pubblici

L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione n. 136/E del 7 novembre 2017, ha fornito chiarimenti sulla modalità di applicazione del denominato ”Art bonus”, il credito d’imposta per favorire le erogazioni liberali a sostegno della Cultura di cui all’art. 1, del Dl. n. 83/14.

Il Dl. n. 83/14, all’art. 1, comma 1, riconosce infatti a coloro che “realizzano” erogazioni liberali in denaro, nei periodi d’imposta successivi a quello in corso al 31 dicembre 2013, un credito d’imposta nella misura del 65% delle erogazioni effettuate. Tali erogazioni tuttavia devono essere finalizzate a perseguire interventi di manutenzione, protezione e

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Gestione associata servizi: l’Ente che ha sforato il Patto può aderire alla Convenzione solo se non comporta incremento spesa personale

Nella Delibera n. 75 del 17 marzo 2016 della Corte dei conti Puglia, viene chiesto di accertare se, in  caso

Trasporti pubblici: la giurisdizione sulla controversia contro il gestore del servizio è del Giudice ordinario

Nella Sentenza n. 54 del 9 gennaio 2015 del Tar Campania, i Giudici rilevano che la materia di pubblici servizi

“Carta d’identità elettronica”: il Viminale sollecita i Comuni che non l’hanno ancora fatto a predisporre l’installazione delle postazioni

Con la Circolare n. 7 del 26 marzo 2018, il Ministero dell’Interno – Direzione centrale per i Servizi Demografici, ha