Bilancio consolidato: Arconet, “Può essere redatto con dati rendiconto approvati dalla Giunta anche senza ‘via libera’ del Consiglio regionale”

Bilancio consolidato: Arconet, “Può essere redatto con dati rendiconto approvati dalla Giunta anche senza ‘via libera’ del Consiglio regionale”

Con la Faq n. 31 del 16 luglio 2018, pubblicata sul Portale Arconet, è stata resa nota la risposta fornita ad uno specifico quesito posto alla Commissione Arconet dalla Regione Campania in merito al rispetto dei termini per l’approvazione del bilancio consolidato.

La Regione faceva presente che “i commi da 1-quinquies a 1-octies dell’art. 9 del Dl. n. 113/2016 (come convertito dalla Legge n. 160/2012) hanno introdotto un regime sanzionatorio a carico degli Enti territoriali che non rispettino i termini previsti dalla normativa per l’approvazione dei bilanci di previsione, dei rendiconti e del bilancio consolidato e del termine di 30 giorni dalla loro approvazione per l’invio dei relativi dati alla ‘Banca-dati delle Amministrazioni pubbliche’”, e che, per quanto riguarda l’eventuale applicazione del regime sanzionatorio in riferimento alla mancata approvazione del rendiconto, il comma 1-sexies del richiamato art. 9 del Dl. n. 113/2016 precisa opportunamente che “essa non si applica in caso di ritardo nell’approvazione definitiva del rendiconto da parte del Consiglio”.

Il motivo di tale esclusione è legato alla circostanza che, a seguito dell’approvazione preventiva del rendiconto da parte della Giunta regionale, interviene poi il necessario giudizio di parifica da parte delle Sezioni regionali di controllo della Corte dei conti, sulla cui tempistica le Regioni non possono ragionevolmente garantire.

Il quesito era pertanto finalizzato ad accertare se fossero valide le medesime esimenti nel caso di ritardo nell’approvazione del bilancio consolidato. Nella specifica Faq pubblicata nella Sezione Arconet del sito istituzionale della Ragioneria generale dello Stato, la Commissione ha chiarito che il bilancio consolidato può essere redatto con i dati del rendiconto approvati dalla Giunta nonostante questi non abbiano ancora passato il “via libera” del Consiglio regionale.

Tutto questo deve essere chiarito nella Nota integrativa che accompagna il bilancio consolidato.


Related Articles

Diritti di rogito: per i Segretari comunali privi di qualifica dirigenziale il riferimento è sempre al Ccnl.

  Con la Delibera n. 235 del 20 luglio 2015, la Corte dei conti Lombardia risponde al quesito di un

Fatturazione e regime fiscale dei compensi da versare ai medici: chiarimenti all’Inps da parte dell’Agenzia delle Entrate

Con la Risoluzione n. 88/E del 19 ottobre 2015, l’Agenzia delle Entrate ha risposto ad una istanza di Interpello dell’Inps,

Riduzione automatica canoni di locazione P.A.: nessuna deroga, unica opzione per locatore che la rifiuti è il recesso

Nella Delibera n. 154 del 23 luglio 2015 della Corte dei conti Puglia, un Sindaco formula un quesito in relazione

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.