Free – Bilancio di previsione 2014 Enti Locali: la scadenza per l’approvazione slitta al 30 settembre 2014

E’ stato nuovamente prorogato – stavolta al 30 settembre 2014 – il termine per l’approvazione del bilancio di previsione 2014 degli Enti Locali. A darne notizia, con il Comunicato 15 luglio 2014 pubblicato sul proprio sito web, è stato il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale.
Il differimento fa seguito a 3 precedenti differimenti: prima dal 31 dicembre 2013 al 28 febbraio 2014, poi al 30 aprile 2014 e poi ancora – con il Decreto 29 aprile 2014 del Ministero dell’Interno, pubblicato sulla G.U. n. 99 del 30 aprile 2014 – al 31 luglio 2014.
La decisione di prorogare la scadenza al 30 settembre è stata presa nell’ambito della riunione della Conferenza Stato-Città ed Autonomie locali, tenutasi giovedì 10 luglio 2014. La Conferenza ha espresso parere favorevole alla richiesta dell’Anci di differire il termine “in considerazione del fatto che sono ancora numerosi i Comuni che non hanno predisposto il Documento di programmazione economico-finanziaria e per la perdurante difficoltà, per i Comuni di disporre in maniera completa dei dati in ordine alle effettive risorse finanziarie disponibili, a causa sia delle molteplici innovazioni nei criteri del prelievo fiscale immobiliare e sia per la necessità di tener conto delle recenti disposizioni normative introdotte dal Dl. 24 aprile 2014, n. 66, convertito in Legge 23 giugno 2014, n. 89, che prevedono un ulteriore concorso delle Province e dei Comuni alla riduzione della spesa pubblica”.


Related Articles

“Servizi sociali”: al via il “Sostegno per l’inclusione attiva” su tutto il territorio nazionale

Con Decreto 26 maggio 2016, emanato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, di concerto con il Mef, e

Edificio adibito a Centro diurno per disabili e Casa famiglia per anziani: i lavori alla copertura scontano l’aliquota Iva del 10%?

Il quesito: “Il Comune ha in programma un intervento di ripristino della copertura di un fabbricato che ospita al piano

Erogazioni liberali: per beneficiare delle agevolazioni fiscali sono necessari conti dedicati o una ricevuta ad hoc da cui risulti la finalità

L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione n. 21/E del 28 aprile 2020, ha fornito chiarimenti in ordine alle erogazioni liberali

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.