Bilancio previsione 2014: Anci Puglia chiede la riapertura dei termini

Bilancio previsione 2014: Anci Puglia chiede la riapertura dei termini

Con una Nota diffusa dall’Anci il 13 ottobre 2014, si è appreso che Luigi Perrone, Presidente di Anci Puglia, ha inviato una nuova Nota al Presidente Anci Piero Fassino sollecitando un intervento urgente nei confronti del Governo per la riapertura del termine per la deliberazione dei bilanci preventivi degli Enti Locali.

Bisogna tenere conto – ha detto Perrone – che molti Comuni hanno da poco rinnovato le proprie amministrazioni ma ben più grave ed evidente è la situazione degli Enti che non avendo approvato il documento di programmazione finanziaria entro il 30 settembre scorso, si trovano nell’impossibilità di agire sulla leva fiscale, mancando il presupposto alla pretesa erariale”. Il Presidente Anci Puglia ha messo inoltre l’accento, nella sua missiva, sullo “stato di grave incertezza e difficoltà nella gestione finanziaria in cui versano molti Comuni pugliesi a causa delle decisioni sull’Imu, ma soprattutto del taglio sull’assegnazione 2014 del Fondo di Solidarietà comunale. Rappresentando ancora una volta il forte disagio che proviene dai territori, – ha concluso – confidiamo in una solerte e tempestiva azione di Anci nazionale per la riapertura dei termini dei bilanci di previsione, ma anche per il ripristino integrale del Fondo di Solidarietà Comunale nel rispetto di quanto concordato in sede di Conferenza Stato-Città del 19 giugno scorso.


Tags assigned to this article:
anciBilancio previsionePuglia

Related Articles

Transazione: non è una fattispecie di riconoscimento di debito fuori bilancio

Nella Delibera n. 123 del 24 settembre 2015 della Corte dei conti Umbria, con il primo quesito un Comune chiede

Recupero Tarsu: nulla l’ingiunzione fiscale sottoscritta solo dall’Avvocato incaricato dal Comune

Nella Sentenza n. 418 del 9 marzo 2017 della Ctp di Firenze,la questione controversa riguarda due ingiunzioni fiscali per il

“Fondo crediti di dubbia esigibilità”: i chiarimenti della Corte Lombardia

Nella Delibera n. 145 del 17 aprile 2019 della Corte dei conti Lombardia, viene chiesto un parere sulla costituzione del