Bilancio di previsione 2019-2021: in G.U. la proroga al 30 aprile per i Comuni in “Pre-dissesto” e al 30 giugno per quelli terremotati

Bilancio di previsione 2019-2021: in G.U. la proroga al 30 aprile per i Comuni in “Pre-dissesto” e al 30 giugno per quelli terremotati

Con Decreto del Ministero dell’Interno datato 28 marzo 2019 e pubblicato sulla G.U. n. 82 del 6 aprile 2019, è stato prorogato al 30 aprile 2019 il termine per la deliberazione del bilancio di previsione 2019-2021 per i Comuni che abbiano adottato la “procedura di riequilibrio finanziario pluriennale” e che abbiano riformulato o rimodulato i “Piani di riequilibrio” ai sensi dell’art. 1, comma 714, della Legge n. 208/2015.

Lo stesso Provvedimento ha inoltre disposto il differimento al 30 giugno 2019 del medesimo termine per gli Enti Locali delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, colpiti dai gravi eventi sismici del 2009 e 2016 (vedasi Decreti-legge n. 39/2009 e n. 189/2016).

La decisione di far slittare ulteriormente la scadenza per l’approvazione del preventivo 2019-21 era stata assunta nel corso della seduta del 2 marzo della Conferenza Stato-Città ed Autonomie locali in ragione delle pesanti incertezze determinate dalla Sentenza della Corte Costituzionale n. 18/2019 in materia di “Piano di riequilibrio finanziario pluriennale” che ha recentemente dichiarato l’illegittimità del comma 714, dell’art. 1, della Legge n. 208/2015.

Ricordiamo che sul tema era intervenuta, pochi giorni fa, anche la Vice-Ministra all’Economia e alle Finanze, Laura Castelli, con l’invio di una Lettera aperta alla Corte dei conti finalizzata proprio a chiedere delucidazioni in merito all’attuazione pratica dei principi espressi dalla Corte Costituzionale così da scongiurare “potenziali rischi di dichiarazioni di dissesto”. L’auspicio espresso nella missiva è che la Magistratura contabile emani quanto prima un Parere di orientamento così che si possa giungere alla applicazione corretta e puntuale della Sentenza n. 18/2019.

Gli interventi di orientamento generale, delle Sezioni Autonomie o Riunite – si legge – giungono spesso dopo un lasso di tempo che oggi diventa sempre più difficile da rendere compatibile con la velocità delle decisioni da assumere. Pur comprendendo che spesso alla fonte dei contrasti interpretativi vi è una norma scritta male, si rende necessario, come in questo caso, che si a data vita ad una interpretazione di orientamento unitaria, attesi i rilevanti riflessi di natura finanziaria che una pluralità di pronunce regionali potrebbero determinare. Si rende necessario, infatti, dare e garantire agli Amministratori locali un indirizzo chiaro ed univoco, al fine di rispettare integralmente il sapiente dettato della Corte Costituzionale, senza dover attendere tempi lunghi o peggio incorrere in danni irreparabili.

Anche per questo – aveva concluso la Vice-Ministra, Laura Castelli (NdR. anticipando quanto poi formalizzato dal Decreto in commento) – il Governo ritiene di proporre in Conferenza Stato-Città lo slittamento di un mese per l’approvazione dei bilanci da parte dei Comuni interessati, al fine di consentire a tutti i livelli istituzionali di recepire il contenuto della già citata Sentenza n. 18/2019 della Corte Costituzionale”.


Related Articles

Società partecipate “in house”: azione di responsabilità promossa nei confronti di Amministratori e Sindaci, competenza della giurisdizione ordinaria

Cassazione SS.UU n. 22406 del 13 settembre 2018 La Sentenza in commento rappresenta un passaggio giurisprudenziale più importante di quanto

Variazione bilancio di previsione: quali sono le conseguenze della mancata ratifica nei tempi previsti da parte del Consiglio comunale?

Il testo del quesito:           “La Giunta comunale ha deliberato, ai sensi dell’art. 175 Tuel, una

“Patrimonio P.A.”: entro il 15 dicembre la rilevazione dei beni immobili pubblici relativi all’anno 2017

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del Tesoro, con l’Avviso 24 settembre 2018 ha comunicato l’avvio della rilevazione

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.