Bilancio di previsione 2019-2021: la Conferenza Stato-Città autorizza una nuova proroga al 31 luglio per i Comuni in “Pre-dissesto”

Bilancio di previsione 2019-2021: la Conferenza Stato-Città autorizza una nuova proroga al 31 luglio per i Comuni in “Pre-dissesto”

La Conferenza Stato-Città, riunitasi in seduta straordinaria il 24 aprile 2019, ha dato parere favorevole ad un nuovo rinvio, stavolta al 31 luglio 2019, del termine per la deliberazione del bilancio di previsione 2019-2021 per i Comuni che abbiano adottato la “Procedura di riequilibrio finanziario pluriennale” e che abbiano riformulato o rimodulato i “Piani di riequilibrio” ai sensi dell’art. 1, comma 714, della Legge n. 208/2015.

Ricordiamo che la scadenza era già stata posticipata dal 31 marzo al 30 aprile 2019 dal Dm. Interno 28 marzo 2019, pubblicato sulla G.U. n. 82 del 6 aprile 2019.

Nella stessa sede è stato inoltre dato il “via libera” allo slittamento di una serie di scadenze di natura contabile che gravano in capo agli Enti Locali delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, colpiti dai gravi eventi sismici del 2009 e 2016 (vedasi Dl. n. 39/2009 e n. 189/2016).

In particolare, è stato stabilito di posticipare:

  • al 30 aprile 3029, il termine per certificazione del saldo finale di competenza 2018;
  • al 31 maggio 2019, la scadenza per la restituzione del Questionario Sose;
  • al 30 giugno 2019, il termine per l’approvazione del rendiconto di gestione 2018.

Related Articles

Trasferimenti erariali: disposta l’erogazione del contributo per la partecipazione all’attività di accertamento fiscale

Con il Comunicato 12 settembre 2018, pubblicato sul proprio sito web istituzionale, il Ministero dell’Interno – Dipartimento della Finanza locale,

Gestione del bilancio dello Stato e potenziamento della funzione del bilancio di cassa: in G.U. il “Correttivo” del Dlgs. n. 93/16

E’ stato pubblicato sulla G.U. del 6 aprile ed è vigente dal 21 aprile 2018 il Dlgs. 16 marzo 2018,

Unioni e fusioni di Comuni: il punto della Sezione Autonomie

Alcuni rappresentanti della Corte dei conti – Sezione Autonomie, hanno espresso, nel corso dell’Audizione tenutasi il 1° dicembre 2015 presso

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.