Bilancio Sicilia: avviato il confronto a Palazzo Chigi

Bilancio Sicilia: avviato il confronto a Palazzo Chigi

Il bilancio 2016 della Regione Sicilia è stato oggetto di un incontro tenutosi il 26 ottobre 2015 a Palazzo Chigi. Obiettivo della riunione: fare una prima valutazione della situazione prospettica del bilancio regionale al 2016. “Una situazione complessa – si legge nel Comunicato-stampa diffuso dalla Presidenza del Consiglio – che presenta difficoltà e richiede di individuare una soluzione a regime”.
Alla riunione hanno preso parte: il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Claudio De Vincenti, il Sottosegretario agli Affari regionali, Gianclaudio Bressa, il Governatore della Regione Sicilia, Rosario Crocetta e alti Dirigenti della Presidenza del Consiglio, del Ministero per gli Affari regionali, della Ragioneria generale dello Stato e del Ministero dell’Economia, del Dipartimento per le Politiche di Coesione e l’Agenzia per la Coesione territoriale. In rappresentanza della Regione c’erano invece la Vice-Presidente Maria Lo Bello, l’Assessore all’Economia, Alessandro Baccei, ed i vertici amministrativi di Palazzo d’Orleans.
Il Sottosegretario De Vincenti, che ha presieduto la riunione, ha acquisito i dati presentati e le ipotesi di spending review formulate dalla Regione Siciliana e ha fissato il prossimo confronto per 9 novembre 2015, riservandosi così la possibilità di effettuare nel frattempo degli approfondimenti.


Related Articles

Gestione Inps dipendenti Enti pubblici e Società partecipate: una Circolare illustrativa delle norme sulla riduzione dei limiti retributivi

L’Inps, con la Circolare n. 153 del 24 agosto 2015, ha fornito chiarimenti in materia di riduzione dei limiti retributivi

Capacità assunzionale: non deve essere consolidata tra Enti Locali e Società partecipate

Nella Delibera n. 319 del 10 settembre 2019 della Corte dei conti Toscana, un Sindaco rappresenta che per svolgere l’attività

Assunzioni: utilizzo dei resti del triennio precedente anche per la Regione Sardegna

Nella Delibera n. 54 del 16 maggio 2016 della Corte dei conti Sardegna, la richiesta di parere riguarda l’interpretazione da