Bilancio Ue e “Recovery fund”: cifre, criteri e brevi considerazioni

Bilancio Ue e “Recovery fund”: cifre, criteri e brevi considerazioni

Premessa

Senza entrare tanto nella cronaca spicciola, conosciuta un po’ da tutti dopo il costante e martellante aggiornamento mediatico ad ogni livello, vale comunque la pena soffermarsi sui numeri. Che, anche per la professione da tutti noi svolta, danno il senso più autentico dell’Accordo raggiunto in sede europea. E che consentono ad ognuno di farsi un’opinione sulla sostanza delle cose come stanno. Per poi svolgere e intramezzare qualche doverosa considerazione vista sempre attraverso le lenti di chi opera da decenni negli Enti Locali. Un’ottica non tradizionalmente politico-partitica, che invade quotidianamente la nostra vita, ma definibile meta tecnica. Ovvero, con risvolti

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Semplificazione amministrativa: adottati i Moduli unificati da utilizzare per le pratiche inerenti edilizia e attività commerciali

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 138 del 16 giugno 2018 l’Accordo siglato il 22 febbraio 2018, in sede di

Mutui Cassa Depositi e Prestiti: sottoscrizione di un contratto a seguito del riconoscimento di un debito fuori bilancio

Nella Delibera n. 1 del 12 gennaio 2016 della Corte dei conti Puglia, viene richiesto un parere sulla possibilità di

Spese funerarie persona indigente: riparto tra il Comune di ultima residenza e quello presso il quale si è verificato il decesso

Nella Delibera n. 6 del 16 marzo 2016 della Corte dei conti Trentino Alto Adige, il quesito in esame riguarda

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.