“Canone Rai”: istituiti i codici-tributo per il pagamento in caso di impossibilità di addebito in bolletta

“Canone Rai”: istituiti i codici-tributo per il pagamento in caso di impossibilità di addebito in bolletta

Facendo seguito alla pubblicazione del Dm. Mise 13 maggio 2016, n. 94, che ha dettato le specifiche tecniche ai fini delle nuove modalità di pagamento del ‘Canone Rai’ introdotte dalla “Legge di stabilità 2016”, l’Agenzia delle Entrate ha istituito i codici-tributo per il pagamento dello stesso da parte di contribuenti per i quali si verifichi l’impossibilità dell’addebito in bolletta.

I codici sono stati stabiliti con la Risoluzione n. 53/E del 7 luglio 2016 e saranno operativi a partire dal 1° settembre 2016.

Come è ormai noto da quest’anno, il “Canone” verrà addebitato in rate mensili, a partire dal 1° luglio, direttamente sulle bollette per l’utenza elettrica. Laddove però non fosse possibile addebitarlo sulle fatture emesse dalle imprese elettriche, entro il 31 ottobre 2016, dovranno essere usati i seguenti codici-tributo per procedere al pagamento tramite “F24”:

  • “TVRI”, denominato “Canone per rinnovo abbonamento TV uso privato art. 3, comma 7, Decreto 13 maggio 2016, n. 94”;
  • “TVNA” denominato “Canone per nuovo abbonamento TV uso privato art. 3, comma 7, Decreto 13 maggio 2016, 94”.

In sede di compilazione del Modello “F24”, i suddetti codici sono esposti nella Sezione “Erario”, esclusivamente nella colonna “importi a debito versati”, con l’indicazione nel campo “anno di riferimento” dell’anno cui si riferisce il pagamento del canone, nel formato “AAAA”.


Related Articles

Notifica a familiare del contribuente

Nell’Ordinanza n. 11815 del 18 giugno 2020 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità chiariscono che la consegna dell’atto

Procedura di “Pre-dissesto”: rateizzazione carichi pendenti

È stata pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 153 del 2 luglio 2019, il Decreto Ministero dell’Economia e delle Finanze 12

Amministratori locali: modalità di calcolo dell’indennità di funzione alla luce della “Legge Delrio”

Nella Delibera n. 102 del 20 settembre 2016 della Corte dei conti Lazio, la richiesta di parere riguarda le modalità