Cauzione provvisoria intestata alla sola mandataria: non comporta l’automatica esclusione dalla gara

Cauzione provvisoria intestata alla sola mandataria: non comporta l’automatica esclusione dalla gara

Il Consiglio di Stato, con la Sentenza n. 57 del 14 gennaio 2015, afferma che la produzione di una cauzione provvisoria conforme, quanto all’importo della garanzia, al disciplinare di gara ed all’art. 75 del Dlgs. n. 163/06, ma non riferibile soggettivamente anche all’Impresa mandante, non autorizza l’esclusione dalla gara, ma impone alla Stazione appaltante la sollecitazione dell’integrazione della garanzia. In particolare, la doverosità dell’applicazione della misura espulsiva deve essere negata, in ossequio al principio di tassatività delle cause di esclusione, a fronte della presentazione di una cauzione provvisoria formalmente conforme alla clausola del disciplinare ma carente sotto il profilo del rispetto della regola della riferibilità soggettiva anche all’impresa mandante del relativo impegno.

Consiglio di Stato, Sentenza n. 57 del 14 gennaio 2015


Related Articles

“Procedura di riequilibrio finanziario pluriennale”: il quadro della disciplina vigente

Il Tuel (Dlgs. n. 267/00), agli artt. 243-bis, 243-ter, 243-quater e 243-sexies disciplina – per i Comuni e le Province

Ambiente: con “Urban award” in arrivo i premi per i migliori Progetti di mobilità sostenibile messi in campo dai Comuni

C’è tempo fino al 30 settembre 2018 per inviare la propria candidatura ad “Urban award”, Premio promosso dall’Anci in collaborazione

Tarsu: grava sul contribuente l’onere di provare la sussistenza delle condizioni per beneficiare dell’esenzione

Nell’Ordinanza n. 14040 del 23 maggio 2019 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità chiariscono che in materia di