Cauzione provvisoria intestata alla sola mandataria: non comporta l’automatica esclusione dalla gara

Cauzione provvisoria intestata alla sola mandataria: non comporta l’automatica esclusione dalla gara

Il Consiglio di Stato, con la Sentenza n. 57 del 14 gennaio 2015, afferma che la produzione di una cauzione provvisoria conforme, quanto all’importo della garanzia, al disciplinare di gara ed all’art. 75 del Dlgs. n. 163/06, ma non riferibile soggettivamente anche all’Impresa mandante, non autorizza l’esclusione dalla gara, ma impone alla Stazione appaltante la sollecitazione dell’integrazione della garanzia. In particolare, la doverosità dell’applicazione della misura espulsiva deve essere negata, in ossequio al principio di tassatività delle cause di esclusione, a fronte della presentazione di una cauzione provvisoria formalmente conforme alla clausola del disciplinare ma carente sotto il profilo del rispetto della regola della riferibilità soggettiva anche all’impresa mandante del relativo impegno.

Consiglio di Stato, Sentenza n. 57 del 14 gennaio 2015


Related Articles

“Servizi Demografici”: novità in materia di matrimoni contratti in Italia da cittadini britannici

  La Direzione centrale per i Servizi Demografici del Ministero dell’Interno ha emanato la Circolare n. 10 del 9 luglio

Appalti pubblici: Cantone, “No all’idea che gli appalti si possano fare solo con il ‘bollino’ dell’Anac”

“Ci si è mossi rispetto alle centinaia di quesiti, richieste di chiarimento o collaborazione che vengono formulate soprattutto sulla materia

Somme dovute per anticipazione di cassa a seguito della Dichiarazione di dissesto

Nella Delibera n. 96 del 31 ottobre 2019 della Corte dei conti Puglia, un Comune ha chiesto un parere in