Certificazione dei crediti: possibile trasmettere i dati riferiti alle fatture anche dopo la scadenza del 15 settembre

Certificazione dei crediti: possibile trasmettere i dati riferiti alle fatture anche dopo la scadenza del 15 settembre

Con un brevissimo Comunicato, datato 15 settembre 2014 e pubblicato sul sito della “Piattaforma per la certificazione dei crediti” (“Pcc”), il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha reso noto che il “Sistema Pcc” continuerà ad accettare le comunicazioni di scadenza delle fatture anche oltre la data del 15 settembre 2014.

Questo “allargamento” dei termini – che peraltro non riporta alcuna scadenza ultima e che non richiama neppure la precedente scadenza del 15 agosto – si è reso necessario in ragione delle difficoltà incontrate dagli utenti nel caricamento dei dati e non è stato precisato per quanto ancora sarà possibile trasmettere i dati in questione.

Ricordiamo che l’adempimento (che interessa anche gli Enti Locali) è stato istituito dal comma 1 dell’art. 27 del Dl. 24 aprile 2014, n. 66 (c.d. “Decreto Irpef”), convertito con modificazioni dalla Legge 23 giugno 2014, n. 89 (G.U. n. 143 del 23 giugno 2014).


Tags assigned to this article:
debiti P.A.MefPcc

Related Articles

“Legge di stabilità 2015”: l’Ue chiede chiarimenti su deficit e mancato pareggio di bilancio

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha reso noto, con il Comunicato del 23 ottobre 2014, il contenuto della lettera

Pareggio di bilancio: possibilità di utilizzare proventi derivanti da alienazioni di beni patrimoniali disponibili

Nella Delibera n. 420 del 16 novembre 2015, la Corte dei conti Lombardia si esprime sulla possibilità di usare proventi

Mutui Enti Locali: scade il 15 maggio 2020 il termine per chiedere la sospensione della quota capitale delle rate dei finanziamenti

Possibilità, per Comuni, Città metropolitane, Unioni di Comuni e Province, di sospendere per un anno la quota capitale delle rate