Compenso incentivante: non può essere riconosciuto per le attività di manutenzione, siano esse ordinarie o straordinarie

Compenso incentivante: non può essere riconosciuto per le attività di manutenzione, siano esse ordinarie o straordinarie

Nelle Delibere n. 36 e 37 del 20 aprile 2016 della Corte dei conti Emilia Romagna, si rammenta che, con la Delibera n. 156/15 la Sezione in questione ha rimesso gli atti al Presidente della Corte dei conti e sospeso la pronuncia sul quesito con il quale un Comune chiedeva se il cd. “compenso incentivante” previsto dal novellato art. 93, comma 7-ter, del Dlgs. n. 163/06 potesse essere corrisposto per le attività di manutenzione straordinaria, che, a differenza di quelle di manutenzione ordinaria, per le quali l’incentivo andrebbe certamente escluso, in ragione della natura dei lavori

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Trasferimenti erariali: ripartite tra i Comuni interessati le Addizionali comunali sui diritti d’imbarco dei passeggeri aerei

Con il Comunicato 18 maggio 2020, pubblicato sul proprio sito istituzionale, il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale,

Speciale Riforma Terzo Settore – Il commento articolo per articolo del nuovo Codice

È stato pubblicato sulla G.U. n. 179 del 2 agosto 2017, S.O. n. 43, il secondo Decreto legislativo attuativo della

Posta elettronica governativa verso la dismissione: il flop del progetto varato da Brunetta

Era stata lanciato con l’idea di creare un canale diretto tra Pubblica Amministrazione e cittadini. A distanza di 4 anni