Concessione di servizi: il punto del Tar Campania

Concessione di servizi: il punto del Tar Campania

Nella Sentenza n. 1165 dell’11 maggio 2016, il Tar Campania si esprime sugli elementi che caratterizzano la concessione di servizi e afferma che mediante la concessione di servizi la Pubblica Amministrazione trasferisce ad altro soggetto la gestione di un servizio, che la medesima potrebbe svolgere direttamente nei confronti di utenti terzi. Il Concessionario, a differenza di quanto avviene nell’appalto di servizi (nell’ambito del quale l’Amministrazione riceve dal contraente una prestazione ad essa destinata, in cambio di un corrispettivo), ottiene il proprio compenso non già dall’Amministrazione ma dall’esterno, ovvero dal pubblico che fruisce del servizio stesso, svolto dall’impresa con assetto organizzativo

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Fondazioni: è legittimo includerle nell’Elenco Istat delle P.A. inserite nel conto economico consolidato

Nella Sentenza n. 5617 del 10 dicembre 2015 del Consiglio di Stato, i Giudici statuiscono la legittimità dell’inserimento nell’Elenco formato

“Fondone”: ripartite le risorse aggiuntive, pari a 1.170 milioni di Euro, stanziate dal “Decreto Agosto”

Con un Comunicato pubblicato sulla G.U. n. 313 del 18 dicembre 2020, il Ministero dell’Interno aha reso nota l’avvenuta approvazione

Interdittiva Antimafia: l’Impresa ausiliaria colpita da interdittiva deve essere sostituita dal concorrente

Nella Delibera n. 991/2020 dell’Anac, viene chiesto un parere sulla sostituzione dell’ausiliaria durante una procedura di gara. L’Anac osserva che