Concessioni: fondamentale il business plan anche per la verifica dell’anomalia

Concessioni: fondamentale il business plan anche per la verifica dell’anomalia

Nella Sentenza 731 del 13 giugno 2020 del Tar Genova, i Giudici affermano che nelle concessioni il business plan costituisce il fondamento dell’istituto, che si regge sui flussi di cassa che il bene o il servizio affidato in concessione è idoneo a garantire e sui quali si fonda la sostenibilità dell’operazione. Quindi, la verifica di anomalia dell’offerta nelle concessioni ha ad oggetto il business plan sotto il profilo della attendibilità e plausibilità delle previsioni nello stesso contenute. Poi, nel caso che la concessione venga affidata per la prima volta, con assenza di dati relativi alla gestione pregressa, la valutazione sarà caratterizzata da un più accentuato carattere prognostico. E’ evidente che sussiste una differenza rispetto alla verifica di anomalia negli appalti pubblici, differenza tuttavia che non può risolversi in una mera professione di fede nei confronti del Piano economico-finanziario della affidataria, pena il rischio di successive interruzioni o malfunzionamenti del servizio. Tutto ciò a maggior ragione nel caso, come quello in esame, di affidamento in concessione di presìdi sanitari, la cui essenzialità e delicatezza impone una verifica di anomalia rigorosa.


Related Articles

Lavoro “agile”: i chiarimenti dell’Inps in merito al concetto di “prevalenza in servizio” dei lavoratori

Il lavoro “agile” post-emergenziale nelle intenzioni del Governo, delineate nel Decreto ministeriale sul rientro in servizio dell’8 ottobre 2021 e

Fatturazione elettronica negli appalti pubblici: in G.U. il Decreto attuativo delle norme comunitarie, interessati gli Enti Locali

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 14 del 17 gennaio 2019 il Dlgs. n. 148 del 27 dicembre 2018, attuativo

Anac e Guardia di Finanza: rinnovato il Protocollo d’intesa per potenziare i rapporti di collaborazione tra le 2 Istituzioni

In data 11 ottobre 2021, Anac e Guardia di Finanza hanno rinnovato il Protocollo d’intesa al fine di potenziare i

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.