Contratti pubblici: il Consiglio di Stato interviene sull’interdittiva Antimafia

Contratti pubblici: il Consiglio di Stato interviene sull’interdittiva Antimafia

L’informativa Antimafia, ai sensi degli artt. 84, comma 4, e 91, comma 6, del Dlgs. n. 159/11, presuppone ‘concreti elementi da cui risulti che l’attività d’impresa possa, anche in modo indiretto, agevolare le attività criminose o esserne in qualche modo condizionata’”.

Quanto alla ratio dell’istituto della cosiddetta “interdittiva antimafia”, si tratta di una misura volta – ad un tempo – alla salvaguardia dell’ordine pubblico economico, della libera concorrenza tra le imprese e del buon andamento della Pubblica Amministrazione: l’interdittiva antimafia comporta che il Prefetto escluda che un imprenditore – pur dotato di adeguati mezzi economici e

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Attribuzione dei compiti gestionali agli Assessori: possibile nei Comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti

Nella Sentenza n. 5296 del 20 novembre 2015 del Consiglio di Stato, Sezione Quinta, i Giudici i Giudici affermano che

Patto di stabilità 2015: emanato il Decreto Mef sul monitoraggio semestrale

  E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 158 del 10 luglio 2015 il Decreto 26 giugno 2015 del Ministero dell’Economia

Ritardo nei pagamenti degli appalti: colpa grave dei Dirigenti responsabili del procedimento

Con la Sentenza n. 36 del 27 gennaio 2016, la Corte dei conti Puglia si è espressa sulla richiesta di