Contratto d’opera professionale: legittima la clausola di copertura finanziaria

Contratto d’opera professionale: legittima la clausola di copertura finanziaria

Nella Sentenza n. 10326 del 19 maggio 2016, i Giudici della Corte di Cassazione rilevano che nel contratto d’opera professionale è legittimo l’inserimento della cosiddetta clausola di copertura finanziaria, in base alla quale l’Ente pubblico territoriale subordina il pagamento del compenso al professionista incaricato della progettazione di un’opera pubblica, alla concessione di un finanziamento. Nel senso che tale pattuizione non consente di derogare alle procedure di spesa di cui all’art. 23 del Dl. n. 66/89 e successive modificazioni, che non possono essere differite al momento dell’erogazione del finanziamento legato all’esecuzione dei lavori. Pertanto, in mancanza di quest’ultimo, il rapporto obbligatorio

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Riscossione: termine di prescrizione della cartella esattoriale

Nella Sentenza n. 23397 del 17 novembre 2016 della Corte di Cassazione, viene trattata la questione dei tempi di prescrizione

Rup: pubblicate nuove Faq dall’Autorità nazionale Anticorruzione

Lo scorso 19 febbraio 2021 l’Autorità nazionale Anticorruzione (Anac) ha aggiornato, nella Sezione “Contratti pubblici”, le Faq relative all’applicazione delle

Corrispettivo per il servizio di Tesoreria: è esente o imponibile Iva al 22%?

Il quesito: “Il corrispettivo per il servizio di Tesoreria rientra nel regime di esenzione ex art. 10 del Dpr. n.