“Covid-19”: sospensione dei procedimenti amministrativi in materia di personale alla luce del Dl. n. 23/2020

“Covid-19”: sospensione dei procedimenti amministrativi in materia di personale alla luce del Dl. n. 23/2020

Il Ministero per la Pubblica Amministrazione – Dipartimento della Funzione pubblica, con il Comunicato 9 aprile 2020 ha reso nota la sospensione dei procedimenti amministrativi di propria competenza fino al 15 maggio 2020, alla luce dell’art. 37 del Dl. n. 23/2020 (cd. “Decreto Liquidità”).

Quest’ultima diposizione ha previsto che, ai fini del computo dei termini ordinatori o perentori, propedeutici, endoprocedimentali, finali ed esecutivi, relativi allo svolgimento di procedimenti amministrativi su istanza di parte o d’ufficio, pendenti alla data del 23 febbraio 2020 o iniziati successivamente a tale data, non si tiene conto del periodo compreso tra la medesima data e quella del 15 maggio 2020.

Di seguito si riportano tutti i termini dei procedimenti amministrativi sospesi, in capo al Dipartimento per la Funzione pubblica, alla luce della citata disposizione del “Decreto Liquidità”:

  • art. 34-bis del Dlgs. n. 165/2001, per la risposta alle comunicazioni presentate dalle P.A. in materia di mobilità obbligatoria del personale. L’art. 34-bis infatti prevede che, prima di ogni procedura concorsuale, gli Enti acquisiscano da parte del Dipartimento della Funzione pubblica un nulla osta finalizzato a confermare che non vi sono dipendenti e Dirigenti da ricollocare. Dal momento dell’invio della comunicazione al Dipartimento, le Amministrazioni devono attendere 45 giorni, alla luce della modifica avvenuta con la “Legge Concretezza” (Legge n. 56/2019), rispetto al precedente termine previsto di 60 giorni. Trascorso questo termine si può procedere ad assumere. Il rispetto della disposizione è particolarmente importante perché è prevista, in caso di inadempimento, la nullità dell’assunzione. L’obbligo non va inteso in senso stretto e quindi limitato solo ai nuovi concorsi, ma si estende anche all’utilizzo delle graduatorie per lo scorrimento delle quali, tra l’altro, non è più vincolante l’art. 91, comma 4, del Dlgs 267/2000 (Tuel), a seguito della conversione in Legge del Dl. n. 162/2019 (cd. Decreto “Milleproroghe”).
  • comunicazione ex art. 53 del Dlgs. n. 165/2001, in materia di incarichi (ordinariamente 15 giorni dal conferimento o autorizzazione);
  • comunicazione ex art. 60 del Dlgs. n. 165/2001 in materia di controllo del costo del lavoro (Conto annuale);
  • certificazione dei Contratti integrativi di cui all’art. 40-bis, comma 2, del Dlgs. n. 165/2001;
  • art. 60, comma 6, del Dlgs. n. 165/2001: termine di 15 giorni previsto per la risposta obbligatoria delle Amministrazioni interessate rispetto ai chiarimenti e ai riscontri richiesti dall’Ispettorato al fine di corrispondere a segnalazioni da parte di cittadini o pubblici dipendenti circa presunte irregolarità, ritardi o inadempienze delle Amministrazioni. La Funzione pubblica precisa che sono da escludere dalla sospensione, in via interpretativa, i termini relativi a segnalazioni attivate con riferimento all’attuale situazione di emergenza sanitaria.
  • rispetto al sistema di banche dati “Perla PA”, il termine del 31 marzo 2020 è prorogato al 31 maggio 2020 per l’invio da parte delle P.A. delle informazioni e dei dati previsti da “Gedap” e “Permessiex lege n. 104/1992, ovvero:
  • delle informazioni relative ai dipendenti che, nell’anno 2019, hanno fruito di permessi, aspettative e distacchi sindacali nonché aspettative e permessi per funzioni pubbliche elettive;
  • dei dati relativi ai dipendenti pubblici che fruiscono dei permessi per l’assistenza a persone disabili o per sé stessi (se disabili), secondo quanto previsto dall’art. 33 della Legge n. 104/1992, sulla base di quanto disposto dall’art. 24 della Legge n. 183/2010.
  • soccorsi istruttori, preavvisi di rigetto e di cancellazione relativi alla gestione dell’Elenco nazionale dei componenti degli Oiv di cui al Dm. 2 dicembre 2016;
  • soccorsi istruttori, richieste di invio di documenti/certificazioni propedeutici alla sottoscrizione delle convenzioni per il finanziamento dei Progetti sperimentali in materia di innovazione sociale (Avviso pubblico 5 aprile 2019);
  • compilazione e invio degli Allegati n. 1 e 2 (Relazioni Cug, termine previsto 30 marzo) alla Direttiva n. 2/2019, recante “Misure per promuovere le pari opportunità e rafforzare il ruolo dei Comitati unici di garanzia nelle Amministrazioni pubbliche”.

Related Articles

Gare d’appalto: mancato invito a partecipare può essere motivato da precedenti comportamenti negativi dell’operatore economico

Nella Sentenza n. 5564 del 7 dicembre 2015 del Consiglio di Stato, i Giudici hanno rilevato che, “ai sensi dell’art.

Via libera all’Italicum: varata la riforma del sistema elettorale

Con 334 voti favorevoli, 61 contrari e 4 astenuti, la Camera dei Deputati ha approvato il 4 maggio, con votazione

Incentivi per funzioni tecniche: non spettano ai membri della Commissione di gara di una “stazione unica appaltante”

Nella Delibera n. 39 dell’8 maggio 2019 della Corte dei conti Piemonte, un Sindaco, chiede un parere in merito all’erogazione

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.