Debiti P.A.: compensazione cartelle esattoriali 2014 in favore di imprese e professionisti titolari di crediti verso la P.A.

Debiti P.A.: compensazione cartelle esattoriali 2014 in favore di imprese e professionisti titolari di crediti verso la P.A.

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 236, del 10 ottobre 2014, ed è in vigore da tale data, il Decreto Ministero dell’Economia e delle Finanze 24 settembre 2014, rubricato “Compensazione, nell’anno 2014, delle cartelle esattoriali in favore di imprese e professionisti titolari di crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili, nei confronti della Pubblica Amministrazione”.

Il presente Decreto attua quanto previsto dall’art. 12, comma 7-bis, del Dl. n.145/13, e stabilisce che la compensazione, nell’anno 2014, delle cartelle esattoriali notificate entro il 31 marzo 2014, in favore delle Imprese titolari di crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili, per somministrazioni, forniture, appalti e prestazioni professionali, maturati nei confronti della P.A. e certificati in base alle modalità previste dai Decreti Mef 22 maggio 2012 e 25 giugno 2012, qualora la somma iscritta a ruolo sia inferiore o pari al credito vantato, può essere effettuata a richiesta del creditore secondo quanto previsto dall’art. 28-quater del Dpr. n. 602/73 proprio per le compensazioni di crediti con somme dovute iscritte a ruolo (estinzione del debito a ruolo condizionataallaverifica dell’esistenza e validità della certificazione, emessa dalla “Piattaforma elettronica del credito verso la P.A.”, prevista dall’art. 9,commi 3-bis e 3-ter, lett. b), del Dl.n. 185/08, con indicazione delladataprevistaperilpagamento.

Il comma 2 dispone che per la compensazione devono essere prese a riferimento le modalità stabilite dal Decreto Mef 25 giugno 2012 (“Modalità con le quali i crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili, maturati nei confronti delle Regioni, degli Enti Locali e degli Enti del Ssn. per somministrazione, forniture e appalti, possono essere compensati, con le somme dovute a seguito di iscrizione a ruolo, ai sensi dell’art. 31, comma 1-bis, del Dl. n. 78/10, convertito con modificazioni dalla Legge n. 122/10”, come modificato dal Dm. Mef 19 ottobre 2012.


Tags assigned to this article:
compensazionecreditidebiti P.A.

Related Articles

Imposta di soggiorno: non si applica se il Comune non è nell’elenco degli Enti a vocazione turistica

Tar Molise – Sentenza 25 luglio 2014, n. 477 Alcune Imprese alberghiere hanno impugnato la Delibera d’istituzione e regolamentazione dell’Imposta di

Ambiente: Realacci, “nella scommessa ambientale una chiave per combattere la crisi”

All’intervento del Sindaco di Cagliari Massimo Zedda ha fatto da “contraltare” – durante l’incontro “I Sindaci d’Italia nell’aula di Montecitorio.

Digitalizzazione P.A.: a breve il lancio del nuovo Portale “Open-Bdap”

Con il Comunicato n. 206 del 10 dicembre 2018, Sogei e Mef-Ragioneria generale dello Stato hanno fornito alcune indicazioni in