“Delega fiscale”: il punto del Direttore delle Entrate sui Decreti applicativi attualmente all’esame del Parlamento

“Delega fiscale”: il punto del Direttore delle Entrate sui Decreti applicativi attualmente all’esame del Parlamento

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il 16 luglio 2015 sul proprio sito web il testo dell’Audizione del Direttore, Rossella Orlandi, presso la Commissione Finanze e Tesoro del Senato, relativa a 3 Schemi di Dlgs. applicativi della “Legge-delega fiscale” (Legge n. 23/14).

In particolare, oggetto dell’Audizione erano:

  • l’Atto del Governo n. 181 – Schema di Dlgs. recante misure per la revisione della disciplina dell’organizzazione delle Agenzie fiscali;
  • l’Atto del Governo n. 184 – Schema di Dlgs. recante misure per la revisione della disciplina degli Interpelli e del contenzioso tributario;
  • l’Atto del Governo n. 185 – Schema di Dlgs. recante misure per la semplificazione delle norme in materia di riscossione.

Il Direttore dell’Agenzia delle Entrate ha evidenziato la fondamentale importanza di questi interventi legislativi che – così come quelli precedentemente approvati in applicazione della “Delega fiscale” – sono destinati a cambiare radicalmente il sistema tributario italiano e il rapporto tra Fisco e contribuenti.

La realizzazione di un nuovo sistema fiscale più trasparente ed equo, basato, come dominant tax driver, sulla certezza del diritto e della riduzione dei costi connessi agli adempimenti fiscali, rappresenta – ha detto – la sfida più importante per il Legislatore delegato e per l’Amministrazione finanziaria, nella fondamentale prospettiva di recupero del rapporto di fiducia e collaborazione reciproca tra Amministrazione fiscale e contribuente”.

I Decreti sono accomunati, secondo la Orlandi, dall’intento di realizzare una “rivoluzione non solo fiscale, ma anche culturale”. La realizzazione di un sistema fiscale più equo potrà però essere realizzata se alle tradizionali misure anti evasione si affiancheranno degli strumenti capaci di ristabilire un rapporto di fiducia tra contribuenti e Amministrazione finanziaria, agendo in funzione preventiva piuttosto che repressiva.

Testo Audizione Orlandi


Related Articles

Rimborso spese di viaggio Amministratori locali: i limiti da applicare

Nella Delibera n. 127 del 19 aprile 2017 della Corte dei conti Toscana, viene chiesto un parere sulla corretta interpretazione

Debito fuori bilancio: l’accordo concluso a seguito di negoziazione assistita non costituisce titolo per il riconoscimento

Nella Delibera n. 164 del 5 settembre 2016 della Corte dei conti Sicilia, il parere in esame è relativo alla

“Servizi Demografici”: il calendario per l’avvio dell’Anpr

Con il Dpcm. n. 194 del 10 novembre 2014, pubblicato sulla G.U. n. 5 dell’8 gennaio 2015, è stato adottato